fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsGolden State Warriors LaVar Ball: “LaMelo agli Warriors? Non è il posto giusto per lui”

LaVar Ball: “LaMelo agli Warriors? Non è il posto giusto per lui”

di Gabriele Melina

LaVar Ball è tornato alla ribalta, questa volta per un commento sul suo terzo figlio LaMelo Ball, uno dei prospetti più interessanti del prossimo draft NBA. Come successe nel 2017 con il primogenito Lonzo, poi scelto alla numero due dai Los Angeles Lakers, LaVar ha elogiato al meglio delle sue capacità il talento del proprio figliuolo, sottolineando quanto questo sia in grado di guidare una franchigia di alto livello anche in prima persona.

Una delle possibili destinazioni designate per LaMelo sarebbero i Golden State Warriors, una meta non male per un giocatore alle prime armi. Nonostante ciò, il papà della famiglia Ball ha già fatto notare che suo figlio, al fianco di superstar come Stephen Curry e Klay Thompson, verrebbe immediatamente oscurato da quest’ultimi due, essendo così impossibilitato a sviluppare il suo pieno potenziale.

“A Golden State hanno già giocatori come Curry e Thompson, e quindi verrebbe chiesto a LaMelo di seguire le loro impronte e di imparare dai veterani. Melo(LaMelo, ndr) non ha bisogno di seguire altre persone, è talentuoso ed è già in grado di interpretare il gioco nel modo corretto. Non avrebbe senso limitarlo in quel modo ed aspettare due o tre anni per fargli imparare il mestiere”

Una delle migliori abilità di LaMelo è la visione di gioco, grazie alla quale ha concluso una stagione nel primo campionato australiano con una media di 6.8 assist a gara. Inoltre, al fianco di due specialisti del tiro dalla lunga distanza come Curry e Thompson, ed inserito all’interno di un sistema alquanto funzionale ideato da coach Steve Kerr, il potenziale del terzogenito potrebbe emergere in modo ancora più rapido. Tuttavia, papà LaVar sembrerebbe non essere di questa idea.

LaVar Ball:”Golden State lo sceglierà comunque perché aiuta a vendere biglietti”

Al di là del fatto che LaMelo si integrerà nel modo coretto all’interno dell’organizzazione Warriors, LaVar ritiene che la franchigia californiana metterà sicuramente gli occhi su di lui la notte del draft:”Lo sceglieranno se otterranno la scelta numero uno, in fin dei conti l’NBA è un business, e LaMelo aiuta a riempire i palazzetti ed a vendere biglietti“.

Secondo alcune voci recenti però, se Golden State dovesse mantenere la sua scelta al draft del 2020, allora il maggior candidato diventerebbe Tyrese Haliburton, guardia in uscita da Iowa State. Egli, diversamente da Ball, ha un profilo incentrato anche sul gioco nella metà campo difensiva, aspetto di cui LaMelo ne risente molto. Una seconda ipotesi sarebbe quella di scambiare la scelta, in modo da raggiungere un giocatore di spessore da aggiungere al gruppo già ben formato.

La franchigia con sede a San Francisco ha concluso la stagione 2019\20 con un record di 15 vittorie a fronte di 50 sconfitte, valso l’ultimo posto nella Western Conference. Il reparto guardie della medesima squadra ne ha risentito molto dal punto di vista degli infortuni, fattore che ha condizionato maggiormente ed in modo negativo l’annata. Per ripartire al meglio, gli Warriors dovranno prima effettuare la mossa giusta al draft, che sia scegliere un giovane talento o spedire la scelta altrove.

 

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi