fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsIndiana Pacers Pacers, Malcom Brogdon è già un leader e a qualcuno ricorda Reggie Miller

Pacers, Malcom Brogdon è già un leader e a qualcuno ricorda Reggie Miller

di Lorenzo Brancati

L’off-season degli Indiana Pacers ha portato in squadra diversi giocatori dai nomi non estremamente blasonati, ma dotati di un peso specifico più che discreto e, su tutti, Malcom Brogdon. L’ormai ex membro dei Milwaukee Bucks è approdato ad Indianapolis in cambio di tre scelte al Draft, delle quali solo una valida per il primo round.

Un prezzo davvero irrisorio per il vincitore del premio “Rookie of the Year” del 2017. Brogdon ha conseguentemente anche firmato un contratto con i Pacers che lo renderà la point-guard titolare della franchigia per i prossimi quattro anni, per un totale di 86 milioni di dollari.

Dopo i primi allenamenti di squadra al Training Camp c’è già chi parla di lui come un vero leader. Ad essersi espressa a riguardo è stata la voce piuttosto autorevole all’interno dell’organizzazione dell’assistente allenatore Dan Burke. Burke che può vantare un’esperienza ventennale con i Pacers, che gli ha permesso di assistere da vicino alle gesta di Reggie Miller.

Ha infatti paragonato il nuovo arrivato proprio al celeberrimo giocatore, simbolo di Indiana:

Non vedevo nessuno così concentrato durante gli allenamenti dai tempi di Reggie (Miller, ndr). (…) E’ estremamente serio, vuole vincere in tutti gli esercizi. Si pone come esempio, anche richiamando i compagni. (…) Malcom è un leader stoico e serissimo. Non serve che faccia sapere agli altri di esserci, perché tutti sanno già che lui c’è. (…) Con Oladipo formerà un’ottima coppia.

L’attitudine di Brogdon descritta dal suo nuovo assistente allenatore, comunque, non deve suonare nuova alle orecchie degli appassionati più attenti. Il suo soprannome fin dai tempi del college, in Virginia, era “The President”, il presidente. Il giocatore viene infatti da una famiglia di avvocati, insegnanti e ministri, che gli ha trasmesso i valori che oggi predica, o meglio, dimostra con i fatti.

Non a caso nello scorso febbraio è stato eletto vice presidente della NBPA Executive Committee, carica che ricoprirà per 3 anni.

Aldilà di tutto, conterà molto anche quanto riuscirà a fare in campo, soprattutto in attesa del rientro di Victor Oladipo. Coach Nate McMillan si è intanto detto fiducioso“Sta facendo un ottimo lavoro nell’essere sempre competitivo e nello spingere gli altri ad esserlo” ha poi continuato “Capisce il suo ruolo e cosa gli viene richiesto. Comunica sempre con il resto della squadra, sia che stiano giocando con lui che contro di lui.”

Insomma, sembrerebbe che Brogdon si sia già ambientato piuttosto bene nei Pacers, in attesa di assistere al suo debutto con la nuova casacca.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi