fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsDetroit Pistons Pistons, risolto il “mistero”, Sekou Doumbouya è in Francia dalla famiglia

Pistons, risolto il “mistero”, Sekou Doumbouya è in Francia dalla famiglia

di Michele Gibin

L’ala francese dei Detroit Pistons Sekou Doumbouya si trova oggi in Francia, il giocatore è riuscito nei giorni scorsi a rientrare in patria nonostante le restrizioni ai voli internazionali dopo lo scoppio dell’epidemia da coronavirus anche negli Stati Uniti, gli stessi Pistons hanno confermato la notizia.

Dumbouya, nato in Guinea ma trasferitosi con la famiglia a Fleury-les-Aubrais quando aveva appena 3 anni, aveva espresso il desiderio di tornare in Francia per restare accanto alla famiglia. La Francia è oggi al pari di Italia, Spagna, Germania e Regno Unito uno dei paesi più colpiti dalla pandemia da Sars-CoV2, ed anche il governo francese ha adottato da alcune settimane forti misure restrittive come chiusura di scuole, università e attività non essenziali, controllo dei voli internazionali e distanziamento sociale tra la popolazione.

Una scelta presa con il permesso delle autorità e con l’accordo dei Pistons e della NBA, che rischia però di generare un piccolo precedente per i giocatori NBA internazionali oggi impossibilitati a fare ritorno in patria e dalle famiglie a causa delle strette ai voli internazionali. Un problema sollevato ad esempio nelle scorse settimane dalla guardia dei Chicago Bulls Tomas Satoransky, ed evidenziato anche dall’azzurro Danilo Gallinari in una lunga lettera pubblicata due settimane fa su The Players Tribune, e dedicata all’Italia. Doumbouya è reduce da una prima buona stagione ai Detroit Pistons in ricostruzione dopo la cessione di Andre Drummond e Reggie Jackson e l’infortunio di Blake Griffin. Il francese ha viaggiato a 6.4 punti e 3.1 rimbalzi di media in poco meno di 20 minuti di media in stagione.

Doumbouya è stata la 15esima chiamata assoluta al draft NBA 2019, dopo una stagione al Limoges (Ligue 1 francese) tra campionato ed Eurocup.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi