Home Mondiali Basket 2023 Slovenia eliminata, Doncic: “Arbitri hanno deciso che non avrebbero fischiato per me”

Slovenia eliminata, Doncic: “Arbitri hanno deciso che non avrebbero fischiato per me”

di Michele Gibin
doncic-applaude-arbitri

Dopo essere stato espulso per doppio fallo tecnico dalla partita di quarti di finale tra la sua Slovenia e il Canada, poi vinta da Shai Gilgeous-Alexander e compagni, Luka Doncic ha abbozzato in conferenza stampa un mea culpa, prima di rivolgere gran parte della sua frustrazione contro gli arbitri e il metro adottato in campo.

Doncic ha terminato anzi tempo la sua partita con 26 punti e 4 falli personali, rimediando per proteste il suo secondo fallo tecnico della gara con ancora oltre 6 minuti da giocare nel quarto periodo. Il Canada era avanti per 93-77 e in controllo della partita, ma alla fine mancava ancora tanto, Troppo per farsi cacciare in un modo così gratuito.

Penso che tutti abbiano visto perché ero arrabbiato” ha detto Luka “Gli arbitri hanno detto a uno dei nostri che non fischiavano per me perché continuavo a protestare. Io lo che a volte mi lamento troppo con loro ma non penso che sia giusto. Il Canada era molto fisico contro di me e dire qualcosa del genere non è giusto“.

Dopo aver accumulato 2 falli nel primo quarto e preso un fallo tecnico, Luka Doncic ha provato a riscuotere il credito accumulato con gli arbitri cercando di indurre a sua volta i suoi difensori principali, Dillon Brooks e Lu Dort, al fallo, creando contatti e attaccando il canestro. Dopo alcuni mancati fischi, è stato Doncic a innnervosirsi del tutto, lanciando occhiate e parole ai fischietti dopo ogni contatto, fino al momento dell’espulsione per secondo tecnico, che appariva solo questione di tempo.

Brooks? Lo rispetto, è un giocatore fisico, magari non piace alla gente ma io lo rispetto per quello che fa. Ed è molto bravo a farlo (…) il Canada ha giocato una partita dura, hanno uno dei miglior giocatori al mondo e io sono orgoglioso della mia squadra, hanno dato tutti il 100%, usciamo a testa alta“, sempre Doncic.

Coach Aleksander Sekulic e Klemen Prepelic hanno fatto quadrato attorno a Luka Doncic: “E’ difficile giocare quando vieni costantemente colpito, è una cosa che ti sfianca ed è frustrante. Non so se potete capire ma è una cosa difficilissima da fare, ed è questo che rende Luka così speciale, perché è impossibile marcarlo senza commettere fallo. Il Canada? Ha prevalso il loro atletismo nel secondo tempo“.

Per Prepelicnon si capisce perché ad esempio Luka contro l’Australia si sia preso un tecnico per aver tirato per scherzo da centrocampo a gioco fermo. Per gli arbitri questo è un fallo tecnico, e oggi abbiamo visto uno che al secondo minuto di gioco si preso un antisportivo per una gomitata (Dillon Brooks, ndr), e che per i successivi 40 minuti è andato avanti a parlare e a dire cose. E se sei un arbitro sai benissimo cosa sta facendo. Poi così, dal nulla dai un secondo tecnico (a Doncic, ndr) e lo sbatti fuori dalla partita? E’ inaccettabile“.

Anche Mike Tobey, centro titolare della Slovenia, non ha gradito il metro arbitrale troppo permissivo col Canada, a suo dire: “Match fisico e noi abbiamo provato a giocare così, senza riuscirci fino alla fine. Non è il terreno ideale per noi ma non ci facciamo intimorire (…) diciamo che in una partita così devi permettere a tutte e due le squadre di giocare fisico, e non penso che a noi lo abbiano permesso come a loro“.

You may also like

Lascia un commento