Nuggets, Connelly esalta le sue stelle: "Murray e Jokic intesa eccezionale"
143767
post-template-default,single,single-post,postid-143767,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,qode-news-2.0.1,ajax_updown,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Nuggets, Tim Connelly esalta le sue stelle: “Murray-Jokic è una delle coppie più forti della lega”

nuggets jokic murray

Nuggets, Tim Connelly esalta le sue stelle: “Murray-Jokic è una delle coppie più forti della lega”

I Denver Nuggets di Jamal Murray e Nikola Jokic sono stati la più grande sorpresa della scorsa stagione nella Western Conference. I ragazzi di coach Malone hanno chiuso la scorsa regular season dietro solo ai soli Warriors e arrendendosi in gara 7 della semifinale di Conference contro i Blazers.

Il fatto che più sorprende di tutto ciò è la giovane età di gran parte del roster della franchigia del Colorado. Dire che prima dell’anno scorso Paul Millsap era un dei pochi ad aver già disputato partite di playoffs rende al massimo l’idea della piccola impresa compiuta dai Nuggets.

Connelly parla della crescita di Jamal Murray, diventato ormai il volto della franchigia

I due principali artefici di questo successo sono la guardia canadese Jamal Murray e il centro serbo Nikola Jokic. Proprio su questi due giocatori, sulla loro crescita e sul quanto l’intesa tra di loro sia stata importante e lo sarà ancora per il futuro della squadra si è espresso il president of basketball operations dei Denver Nuggets, Tim Connelly.

Murray e la sua crescita sono il simbolo principale del nostro progetto e la dimostrazione di quanto si valido. Il successo che abbiamo avuto l’anno scorso, in gran parte, va attribuito al suo sviluppo come giocatore e come leader. Ovviamente il merito della crescita di Jamal va attribuito a coach Malone, che ha fatto un gran lavoro con lui. Non è facile lasciare che i ragazzi facciano errori per poi lavorarci su e da lì quelli fare migliorare i giovani in modo che non sbaglino più“.

L’ex Kentucky, nell’ultima stagione, ha fatto il salto di qualità definitivo chiudendo con una media di 18.2 punti, 4.2 rimbalzi e 4.8 assist (migliorando tutte e 3 le statistiche rispetto allo scorso anno). Ma oltre ai numeri, la crescita del 22enne dei Nuggets si è vista nella gestione dei possessi (soprattutto in quelli che pesavano di più) e nella sicurezza nei suoi mezzi. Caratteristiche non comuni per un ragazzo così giovane ed alle sue prime tre stagioni NBA.

Murray e Jokic la coppia del futuro, che incide già nel presente

Connelly ha parlato anche di come il pick and roll tra le due giovani star (anche nell’inusuale versione che vede Murray come bloccante) della squadra sia stata una mossa devastante per molti avversari, e di come questa intesa stia migliorando con il passare delle stagioni.

Nikola ha una passione unica per il gioco, oltre che una grande abilità nel esaltare i suoi compagni di squadra. Jamal ha capito come sfruttare questa qualità di Jokic e quindi produrre al massimo quando gioca con lui. Nikola è molto creativo, non fa mai giocate banali e riesce sempre a far giocare compagni e avversari al suo ritmo. Le nostre due stelle si sono trovate fin da subito e ora formano una delle migliori coppie guardia-lungo della lega

Giovanni Oriolo
oriolo78@gmail.com

Sono un ragazzo di 18 anni, vivo a Roma, ma sono nato a Biella. Infatti tifo Eurotrend Biella e Chicago Bulls

No Comments

Post A Comment