Home NBA, National Basketball AssociationNBA News “Truffa miliardaria”, Curry, Shaq e Brady citati nella class action contro FTX

“Truffa miliardaria”, Curry, Shaq e Brady citati nella class action contro FTX

di Michele Gibin
stephen curry ftx

Il crac di FTX e la crisi del mercato delle criptovalute ha coinvolto anche la NBA, con i Miami Heat e i Golden State Warriors che hanno interrotto la partnership con l’azienda dopo la bancarotta, e alcune star dello sport USA.

I Golden State Warriors stessi e Stephen Curry, Shaquille O’Neal, Tom Brady, Gisele Bundchen, Naomi Osaka, Trevor Lawrence, Larry David e la star MLB Shohei Ohtani sono stati citati nelle azioni giudiziarie intentate contro FTX e il suo fondatore Sam Bankman-Fried in Florida. Nelle carte, Curry e gli altri sono citati tra coloro che “hanno controllato, poromosso o assistito e preso parte attiva” nell’attività di marketing “aggressiva” di FTX, definita qui “uno schema”, ovvero una truffa.

Una class action contro FTX, secondo cui la piattaforma di scambio di criptovalute è stata progettata “per avvantaggiarsi degli investitori non accorti, in tutto il paese“. I richiedenti esigono nella citazione un riscarcimento danni collettivo da 11 miliardi di dollari.

Gli attori imputano a FTX di aver messo in piedi uno schema di Ponzi, “un castello di carte in cui l’azienda ha disposto dei fondi degli investitori tra altre realtà opache (…) usando i depositi dei nuovi investitori per pagare gli interessi maturati dai vecchi, nel tentativo di simulare una disponibilità di liquidità“.

La bancarotta di FTX ha lasciato senza fondi centinaia di migliaia di investitori, per un totale tra l’1 e i 2 miliardi di dollari di depositi non più coperti. Sul crac della compagnia stanno indagando il dipartimento di giustizia e la Exchange Commission degli Stati Uniti.

O’Neal e Curry sono tra gli atleti che hanno girato spot pubblicitari e fatto promozione a FTX e realtà come Crypto.com, gli spot televisivi sono andati in onda per mesi durante le partite NBA.

You may also like

Lascia un commento