Anthony Davis scossone: non firmerà con NOLA, chiede la trade
Anthony Davis scossone: non firmerà con NOLA, chiede la trade
130091
post-template-default,single,single-post,postid-130091,single-format-standard,cookies-not-set,qode-news-1.0.5,ajax_updown,page_not_loaded,,qode-title-hidden,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-17.2,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.6,vc_responsive
Anthony Davis scossone definitivo sulla sua situazione contrattuale con i Pelicans.

Anthony Davis scossone: non firmerà con NOLA, chiede la trade

Anthony Davis scossone definitivo sulla sua situazione contrattuale con i Pelicans. Ora è davvero ufficiale, la stella del team della Louisiana ha intenzione di cambiare aria per il prossimo futuro.

Anthony Davis scossone importante: le ultime da Woj

Dopo settimane, mesi di probabili trattative campate per aria, ora Anthony Davis ha deciso ufficialmente le sue ambizioni future.

Stando a quanto riportato da Adrian Wojnarowski di ‘Espn.com‘ , il big man dei New Orleans Pelicans tramite il suo agente Rich Paul ha deciso di non voler continuare il suo rapporto contrattuale con il team della Louisiana.

In questi ultimi minuti, infatti, ‘The Brow‘ ha deciso di non voler accettare nessun rinnovo contrattuale e ha chiesto la cessione via trade subito o prima della scadenza del suo contratto prevista per il 30 giugno 2020.

Proprio come confermato dai tweet pubblicati in questi minuti dall’insider di mercato di ‘Espn.com‘, fanno capolino le parole dell’agente Rich Paul il quale ha dichiarato sì che vuole un contratto al massimo salariale per i prossimi 5 anni ma non come i Pelicans.

Ecco le parole rilasciate dallo stesso Rich Paul a Woj in questi ultimi minuti:

“Il ragazzo ha deciso di non voler restare qui a New Orleans in futuro. La decisione è stata comunicata prontamente alla dirigenza dei Pelicans. Ha richiesto la cessione via trade ed è per questo che Davis vuole essere ceduto in una franchigia che può portargli non solo vittorie considerevoli, bensì la possibilità di poter competere per un titolo Nba. Lui potrebbe firmare un’estensione contrattuale da 290 milioni in 5 anni, ma ora per lui conta davvero dimostrare quello che vale in una squadra da titolo”.

Post a Comment