fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationApprofondimenti I Raptors sono un rullo compressore, Pistons battuti

I Raptors sono un rullo compressore, Pistons battuti

di Paolo Sinacore
Terrence Ross è stato tra i protagonisti principali con 18 punti in uscita dalla panchina

Terrence Ross è stato tra i protagonisti principali con 18 punti in uscita dalla panchina

I Toronto Raptors portano a casa la tredicesima vittoria nelle ultime 14 partite andando ad espugnare il Palace of Auburn Hills di Detroit.

I Pistons di coach Van Gundy, privi di Caldwell-Pope, tengono a bada gli ospiti durante l’ottimo 1° quarto (24-19), in cui riescono ad abbassare i ritmi della partita grazie a un efficace controllo dei rimbalzi (in tutta la partita ne concederanno solo 2 offensivi a Toronto). I Raptors, anch’essi alle prese con assenze di peso (Carroll e Johnson), trovano presto il ritmo in attacco grazie all’impatto dei panchinari (Ross, Patterson e Joseph combinano per 42 punti), e le percentuali di tiro si alzano vertiginosamente. Il primo sorpasso lo firma Kyle Lowry (25+7 assist) con una tripla a 5 minuti dall’intervallo (38-36), mentre Terrence Ross (18, con 4/6 da 3) continua a martellare la retina fino al 49-43 con cui si conclude la prima metà del match.

Al rientro dagli spogliatoi gli ospiti provano a imbastire un primo tentativo di fuga raggiungendo le 13 lunghezze di vantaggio (62-49), ma una tripla di Ersan Ilyasova (17+6, top scorer dei suoi) sugella un parziale di 9-0 che riporta i Pistons a contatto. Poi, nell’ultima azione del 3° quarto, Andre Drummond (12+13) recupera palla all’interno della sua area e scaglia un’improbabile buzzer beater da distanza siderale: solo rete, appena 5 lunghezze da recuperare (70-65), e inerzia che sembra essere tutta dalla parte dei padroni di casa.

Ma questi Raptors hanno raggiunto una tale consapevolezza nei loro mezzi che basta un attimo a rimettere la partita in carreggiata: l’ultima frazione di gioco inizia con un parziale di 11-2 che piega le velleità di rimonta di Detroit. Il gioco da 3 punti di DeMar DeRozan (17+7+6 assist) con 4 minuti sul cronometro porta i suoi sul +20 (98-78), ed è la ciliegina sulla torta di un match che si trascina fino al 103-89 finale.

A nulla sono serviti 6 uomini in doppia cifra fra i Pistons, perchè i Raptors hanno tirato col 55% sia dal campo che dalla lunga distanza, ottimizzando al meglio i pochi possessi a disposizione (appena 70 conclusioni totali dal campo).

Entrambe le squadre scenderanno in campo mercoledì sera dopo un giorno di riposo. I Pistons restano a Detroit in attesa dei Nuggets di Danilo Gallinari, mentre i Raptors continuano il loro viaggio in trasferta a Minneapolis, dove affronteranno i giovani Timberwolves dell’ex coach Sam Mitchell.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi