La stagione di Lou Williams | Nba Passion
134767
post-template-default,single,single-post,postid-134767,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,qode-news-2.0.1,ajax_updown,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

La stagione di Lou Williams

Low Williams buzzer beater

La stagione di Lou Williams

La stagione di Lou Williams è semplicemente mostruosa e sembra di aver trovato la piazza giusta per diventare una vera e propria stella della NBA, in quanto la guardia dei Los Angeles Clippers sta giocando una pallacanestro esemplare ed efficacissima, utilizzando al meglio le sue caratteristiche che da sempre lo contraddistinguono: segnare e seguire il proprio istinto. Inoltre la stagione di Lou Williams (e non solo) sta permettendo alla squadra biancorossa di LA di raggiungere un posto tra le magnifiche otto squadre della Western Conference nonostante ad inizio anno i Clippers non sembrassero essere una seria candidata per raggiungere la postseason.

Infatti i Los Angeles Clippers stanno beneficiando dei grossi contributi dati alla causa da Tobias Harris (prima di viaggiare verso Philadelphia) e da Lou Williams, Montrezl Harrell e Danilo Gallinari. Infatti la stagione di Lou Williams lo vede come vero leader del gruppo allenato da coach Doc Rivers insieme a Danilo Gallinari; la guardia statunitense sta viaggiando con 20.3 punti, 5.3 assist e 2.9 rimbalzi di media a partita ed è diventato recentemente il giocatore a segnare più punti partendo dalla panchina nella storia della NBA, un record sicuramente di cui vantarsi.

Lou Williams, stella dei Los Angeles Clippers

IL GIOCO DI LOU WILLIAMS

La stagione di Lou Williams si può definire anche innovativa rispetto alle sue passate stagioni, in quanto sta dimostrando di avere anche una leadership che in passato non gli era attribuita e di essere anche un giocatore clutch (ha segnato contro i Brooklyn Nets il suo primo buzzer beater della sua carriera) ed in grado di coinvolgere molto i lunghi, eguagliando anche il suo record personale di assist distribuiti al momento in media stagionale. Lou Williams nasce come un realizzatore micidiale, un giocatore in grado di segnare tanti punti ogni volta che si allaccia le scarpe; la guardia dei Los Angeles Clippers ha sempre avuto un buon tiro da 3 punti, ma la sua specialità è sicuramente il tiro da 2 punti, il quale lo bilancia molto bene tirando sia in avvicinamento al ferro e sia dalla media distanza.

La stagione di Lou Williams lo ha visto anche migliorare nelle conclusioni al ferro, infatti sta dimostrando di saper gestire meglio la pressione negli aiuti dei lunghi nonostante la sua statura, riuscendo spesso ad eludere l’aiuto del lungo avversario oppure a scaricare per il proprio lungo permettendogli di segnare due punti facili. Inoltre Lou Williams in questa stagione ha instaurato un’intesa ottima con Montrezl Harrell, un lungo dinamico ed esplosivo che fa dell’atletismo il suo punto di forza: infatti la maggior parte degli assist di Lou Williams sono destinati al lungo americano ed in generale circa l’80% degli assist di Lou Williams sono destinati ai propri lunghi.

Sweet Lou si sta dimostrando un’arma efficace anche in pick and roll.

La capacità di segnare ma anche di servire i propri lunghi con passaggi precisi sta anche condizionando le difese avversarie. Infatti quando in campo c’è Lou Williams bisogna in qualche modo adeguarsi e fare delle scelte proprio per lui, ovvero si deve costruire il proprio piano partita difensivo basandosi sulle caratteristiche della guardia dei Clippers.

PROSPETTIVE E FUTURO

Il futuro di Lou Williams dovrebbe essere legato ancora ai Los Angeles Clippers, al netto del suo contratto fino all’estate 2021 e al fatto che sembra abbia finalmente trovato un sistema dove si può esaltare. Uscendo dalla panchina sta dando il meglio di sé, in quanto riesce a spaccare la partita con i suoi canestri e ad entrare quindi subito in ritmo; salvo qualche colpo di scena i Clippers, continueranno a puntare su di lui. Inoltre, grazie a diverse prestazioni messe in scena nell’arco di questa annata (alcune da record), ha grosse possibilità di aggiungere in bacheca il suo terzo titolo di sesto uomo dell’anno già vinto da lui sia nel 2015 che nel 2018.

Kevin Martorano
martoranokevin98@gmail.com

Ragazzo di 20 anni ed aspirante giornalista, amo il basket a 360 gradi ed amo scrivere su questo meraviglioso sport.

2 Comments
  • Frank
    Posted at 20:54h, 27 Marzo Rispondi

    SE e dico Se Durant se ne andra’ dai Warriors l’avevo gia’ detto penso che i Clippers siano la squadra piu’ accreditata x prenderlo.

    • Marco Tarantino
      Posted at 21:55h, 27 Marzo Rispondi

      Guarda onestamente ci sta come pista, anche secondo me molto probabile con Jerry West poi…

Post A Comment