fbpx
Home NBANBA Dunkest Consigli Dunkest per la quarta giornata: i nomi da prendere

Consigli Dunkest per la quarta giornata: i nomi da prendere

di Stefano Zilio

Dopo la terza giornata di Dunkest, è già arrivato il momento di pensare alla prossima giornata che si  preannuncia elettrizzante. 3 turni di gioco molto ricchi rendono obbligatorio distribuire i propri giocatori, per avere sempre le spalle coperte in caso di qualche flop. Molti gli incontri che offrono spunti di riflessione importanti: si parte dalla sfida Spurs-Clippers fino ad arrivare al big match Philadelphia-Portland che chiuderà la giornata. Turno tutto da vivere insomma e noi, come sempre, siamo pronti ad aiutarvi con i nostri consigli!

Le tre guardie Dunkest su cui puntare:

  • Luka Doncic (Dallas Mavericks)
    Flop clamoroso per lui nella scorsa giornata e match che, sulla carta, dovrebbe essere in salita per i suoi Mavs. Noi però, puntiamo sulla voglia di rivalsa del giovane talento europeo, già capace di dire la sua in match importanti.
  • Malcolm Brogdon (Indiana Pacers)
    Partenza a razzo per l’ex guardia dei Bucks, il quale sta accumulando una serie di trentelli Dunkest niente male. Il match contro i Cavs, vittoriosi nel precedente confronto, è l’occasione giusta per i suoi Pacers di rifarsi e per lui di continuare a far vedere le belle cose fatte finora.
  • Kendrick Nunn (Miami Heat)
    Giocatore clamoroso. Questo rookie mi piace davvero un sacco e giocando in t1 è una scelta da fare assolutamente. Una partenza così, a Miami, non si vedeva da tempo e il Rookie ha tutte le carte in regola per macinare punti contro la difesa non impenetrabile di Atlanta (priva oltretutto di Trae Young).

Le ali migliori per la terza giornata Dunkest

  • Kawhi Leonard (Los Angeles Clippers)
    Sfida da cuori forti per il figliol prodigo contro i suoi amati Spurs. È riposato ed ha motivazioni a mille per questa partita, per lui sentitissima. Vi serve altro? Da prendere.
  • Gordon Hayward (Boston Celtics)
    Nome rischioso, è vero, ma è un rischio che voglio prendermi. Finalmente, dopo un anno di oblio, sembra tornato vicino ai fasti di Utah e io voglio cavalcare il suo buon momento di forma. I Celtics dovranno fare a meno di J.Brown, questo vuol dire più possessi e tiri per Hayward e speriamo anche più punti Dunkest
  • Paul Millsap (Denver Nuggets)
    I Pelicans sono tutt’altro che irresistibili, e il fatto che soffrano molto sotto canestro mi fa propendere per il buon Millsap. Non è partito benissimo, ma l’ala dei Nuggets sa essere pericoloso e ritengo possa arrivare una doppia doppia interessante dato che il match si preannuncia ad alto numero di possessi e quindi alti punteggi Dunkest.

I centri migliori per questa quarta giornata:

  • Andre Drummond (Detroit Pistons)
    Semplicemente imprescindibile. Entrato nel suo contract year, il buon Drummond è partito col piglio giusto e l’assenza di Griffin gli sta dando maggiori responsabilità.  Contro Chicago è una scelta da fare, visto che per i Bulls sarà dura contenere la sua fisicità.
  • Tristan Thompson (Cleveland Cavaliers)
    Sembra sia tornato indietro di 5 anni! Partenza niente male per TT il quale sembra abbia ritrovato la serenità mancante. Il prezzo è ancora buono, quindi se avete pochi crediti può essere il centro che fa per voi.
  • Bam Adebayo (Miami Heat)
    Semplice: al momento non può mancare nella vostra squadra. Costo contenuto, tanti minuti, sfida semplice (sulla carta) contro Atlanta. Direi che come motivazioni dovrebbero bastare no?
Il coach Dunkest per la quarta giornata: tentiamo il rischio
  • Taylor Jenkins (Memphis Grizzlies)
    Qui il ragionamento è fin troppo semplice. Costa 4 crediti, il minimo. Gioca in casa contro i Suns, fin troppo belli per essere veri. Prima o poi la vinceranno una partita no? Noi ci proviamo, mal che vada non perderemo crediti per minusvalenza.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi