fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsBoston Celtics Celtics-Bucks, Boston risorge nel secondo tempo e vince 116 a 105

Celtics-Bucks, Boston risorge nel secondo tempo e vince 116 a 105

di Francesco Catalano

Il TD Garden si conferma un fortino per i Boston Celtics: dopo una rimonta incredibile nel secondo tempo battono i Milwaukee Bucks per 116 a 105. Quella tra Boston e Milwaukee era una delle sfide più interessanti della serata. Si affrontavano due delle migliori franchigie ad est con ancora caldo il ricordo degli ultimi playoffs. Al secondo turno, infatti, i Celtics dopo un’ottima vittoria fuori casa sono letteralmente collassati perdendo la serie per 4 a 1. Nella partita giocata durante la notte, il copione sembrava il medesimo. Nel primo tempo dominio Bucks, con Boston che fa fatica ad entrare in partita e che ad un tratto subisce un deficit di 19 punti. Coach Brad Stevens in occasione della partita deve fare a meno anche dell’infortunato Enes Kanter e di Jaylen Brown, causa influenza. La squadra sostanzialmente ha girato intorno a Walker, Tatum, Hayward, Smart e Theis con le altre comparse.

Nel primo tempo si è subito notato un fattore: la difesa rocciosa e arcigna di Marcus Smart sul MVP Giannis Antetokounmpo. Smart, con dalla sua anche l’esperienza, è riuscito a stuzzicare e ad innervosire il giocatore greco, causandogli diverse imprecisioni e valutazioni errate.

Mi ha fatto capire che era nervoso, così sono andato da lui, soprattutto quando non aveva la palla in mano, o quando non andava a canestro o non prendeva i tiri che di solito prende”. Così ha commentato Smart la marcatura speciale che ha riservato a Giannis. La guardia dei Celtics è un maestro di questi giochi mentali e ancora una volta è stato un fattore in campo. Oltre a questo, è stato decisivo con le sue triple e, come detto, il suo grande apporto in fase difensiva.

Ovviamente la vittoria è stata propiziata anche dai tre cannoni offensivi di Boston: Walker, Tatum e Hayward. In particolar modo, Tatum è esploso nel secondo tempo dopo che nel primo aveva realizzato solamente 5 punti. Sono state emblematiche le due triple che ha messo a segno al termine del terzo quarto che hanno permesso ai Celtics di andare in vantaggio. Triple che hanno infiammato il Garden e un tifoso particolare: Paul Pierce.

View this post on Instagram

BANG BANG

A post shared by Boston Celtics (@celtics) on

Bucks-Celtics, Tatum su Pierce: “Ci dà un’energia incredibile”

L’ex Celtics è solito spesso andare a vedere e tifare la sua squadra del cuore e quando lo fa, si fa sentire anche dagli spalti. In particolar modo, dopo il sorpasso firmato Tatum, ha messo un piede in campo per dare un cinque all’ala 21enne. La sua presenza a bordocampo poi trasmette grande energia ai giocatori ogni volta.

E’ stato incredibile”. Ha detto Tatum. “Ogni volta che viene a vedere una partita, ci dà sempre energia. Ho parlato con lui prima della partita, ed è fantastico vedere uno come lui stare in piedi, urlare e battere le mani”.

Quell’energia di cui Tatum parla lo ha completamente cambiato. Dopo un opaco 2 su 10 nel primo tempo, soltanto nel terzo quarto ha messo a referto un 4 su 6 dal campo con 3 su 3 da tre punti. “Quelle triple sono state enormi” ha detto Kemba. E anche Hayward è rimasto piacevolmente sorpreso: “E’ stato grandioso vederlo entrare in ritmo. E’ il segno di un giocatore maturo, l’essere in grado di avere un primo tempo difficile e tornare forte nel secondo”.

Una grande prova di forza da parte dei Celtics che hanno volute far capire di voler essere a loro modo una contender. E di volersi giocare i primi posti ad Est. Le partenze di Kyrie Irving e Al Horford, hanno permesso la creazione di un gruppo più corale, con più intesa e sinergia in campo, che gioca insieme e non per i singoli. I Celtics hanno trovato quindi quella serenità e quella coesione in campo che erano totalmente mancate nella passata stagione. Questi fattori non possono che giovare alla squadra di Stevens. Kemba, poi, si sta confermando un giocatore di livello, e Tatum e Hayward sembrano che stiano facendo quel salto di qualità che ci si aspetta.

A Boston quindi si respira positività. Ed è tutt’altro che scontato.

View this post on Instagram

HE’S ONLY 21 😤🔨

A post shared by Boston Celtics (@celtics) on

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi