fbpx
Home NBA Jamal Crawford: una carriera basata sul crossover

Jamal Crawford: una carriera basata sul crossover

di Federico Paschetta

L’NBA è una lega piena di specialisti: i penetratori, i difensori, i tiratori, o quelli che combinano queste ultime due caratteristiche, i 3&D. Fra tutti questi specialisti c’è un ‘206’, nomignolo con cui si riconoscono i giocatori provenienti da Seattle, che, combinando un buon jumper dalla media e da tre punti con un crossover immarcabile, si è costruito una gran carriera di diciotto stagioni in NBA: Jamal Crawford.

Fin dall’high school l’abilità nel ball-handling di Crawford lo portò ad essere considerato tra i migliori della nazione e nel 2000 fu selezionato con l’ottava scelta assoluta dai Cleveland Cavaliers, squadra con cui non disputò mai un match, perché fu girato immediatamente ai Chicago Bulls, con cui mantenne anche una buona media realizzativa. Il punto chiave della sua carriera fu lo scambio ai New York Knicks: in cinque stagioni non scese sotto i 14 punti a partita, molti dei quali realizzati nel garbage time, il ‘suo’ periodo.

Infatti Crawford non è (quasi) mai stato un primo violino della propria squadra, ma bensì un sesto uomo di qualità, premio vinto nel 2010, 2014 e 2016. Inoltre Jamal è un giocatore perfetto per il garbage time, solitamente il periodo più noioso della partita dove entrano le seconde linee tra le file delle squadre, perché, con le sue giocate spettacolari e il suo crossover, non addormenta mai le partite.

Ecco le migliori azioni nella carriera di Jamal Crawford: ogni parola diventa superflua davanti alle sue giocate.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi