fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsHouston Rockets Cousins resta ai Rockets: il suo contratto coi Rockets diventa garantito

Cousins resta ai Rockets: il suo contratto coi Rockets diventa garantito

di Dennis Izzo

Gli Houston Rockets hanno deciso di garantire il contratto da 2.3 milioni di dollari per tutta la stagione a DeMarcus Cousins, che sta in qualche modo sopperendo all’assenza per infortunio di Christian Wood e che in Texas ha dimostrato di poter dire ancora ampiamente la sua in NBA, viaggiando a medie di 9.6 punti, 7.6 rimbalzi e 2.4 assist col 34% da dietro l’arco in 25 presenze (circa 20 minuti q partita). 

Approdato a Houston lo scorso novembre dopo quasi due anni di inattività, con i Rockets che gli fecero firmare un contratto al minimo salariale non garantito, Boogie ha messo a referto una doppia doppia di media nelle undici partite giocate in quintetto nel corso di questa stagione (13.3 punti, 10.9 rimbalzi, 2.6 assist, 1.3 palle recuperate e 1.1 stoppate col 41% dal campo e il 37% dalla lunga distanza in poco più di 27’ per gara sul parquet). 

La sua prestazione migliore, ad oggi, risulta quella “vintage” sfoderata nel derby texano vinto nettamente contro i Dallas Mavericks (133-108): in quell’occasione, per lui una bella doppia doppia da 28 punti, 17 rimbalzi e 5 assist col 60% al tiro (9/15) e il 50% da tre (4/8) con un plus/minus di +9 in mezz’ora di gioco. Oltre ad essere fondamentale per i Rockets, che non hanno altri lunghi a disposizione dopo l’infortunio occorso a Christian Wood (per ovviare al problema, Houston ha firmato con un two-way contract Justin Patton), Cousins è un grandissimo amico di John Wall, con cui condivise l’esperienza collegiale con la maglia dei Kentucky Wildcats nel 2009-2010.

I Rockets garantiscono il contratto a Cousins

Già quattro volte All-Star tra Sacramento e New Orleans e campione NBA lo scorso anno coi Lakers (pur non avendo disputato una singola gara in quel di Los Angeles), Cousins compirà 31 anni il prossimo 13 agosto e al termine della stagione attualmente in corso sarà unrestricted free agent. A Houston ha l’occasione di lasciare il segno e ritrovare sempre più ritmo e fiducia, per poi magari strappare un contratto più importante altrove o, eventualmente, continuare a indossare la maglia dei Rockets.

Questi ultimi, almeno per quest’anno, non si priveranno di lui, che pur avendo parecchi limiti, soprattutto in fase difensiva, fa parecchio comodo agli uomini di coach Stephen Silas e potrebbe offrire altre prestazioni come quella sopracitata contro i Dallas Mavericks. Sul campo dei Mavs si sono visti sprazzi del vecchio Cousins, dominante sia fisicamente che tecnicamente, e non è da escludere che il centro originario dell’Alabama possa riavvicinarsi a quei livelli, almeno in parte. 

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi