Derrick Rose obiettivo principale dei Detroit Pistons?
142442
post-template-default,single,single-post,postid-142442,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,qode-news-2.0.1,ajax_updown,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Derrick Rose obiettivo principale dei Detroit Pistons? Pronto un biennale

Derrick Rose

Derrick Rose obiettivo principale dei Detroit Pistons? Pronto un biennale

Derrick Rose obiettivo principale dei Detroit Pistons? Come riportato da Frank Isola di The Athletic, i Pistons sarebbero i favoriti per arrivare al 30enne ex MVP, che sarà free agent dopo la stagione della rinascita sportiva ai Minnesota Timberwolves.

Ish Smith, point-guard di riserva alle spalle di Reggie Jackson ed affidabile sesto uomo, sarà a sua volta free agent a partire dal prossimo 30 giugno. Derrick Rose potrebbe andare a ricoprire lo stesso ruolo del giramondo NBA Smith, che avrà più di una squadra interessata durante la free agency.

Adrian Wojnarowkski di ESPN riferisce di un possibile accordo tra i Pistons e Derrick rose su base biennale. Le parti si incontreranno nella giornata di domenica, in apertura di free agency.

Pistons, Derrick Rose sostituirà Ish Smith?

Rose ha chiuso la sua stagione 2018\19 con 18.0 punti e 4.3 assist di media a partita in 51 gare in uscita dalla panchina per i Twolves, viaggiando con un più che discreto 37% al tiro da tre punti. A Minneapolis, l’ex giocatore dei Chicago Bulls aveva ritrovato nella seconda parte di stagione 2017\18 il suo ex capo allenatore a Chicago Tom Thibodeau e gli ex compagni di squadra Taj Gibson e Luol Deng, dopo una sfortunata parentesi ai Cleveland Cavaliers di LeBron James.

I Detroit Pistons non avranno con ogni probabilità la possibilità salariale di trattenere Ish Smith in Michigan. Il payroll dei Pistons è uno dei più pesanti della lega, con gli onerosi contratti di Blake Griffin, Andre Drummond, Reggie Jackson ai quali si aggiungerà a trade ultimata quello dell’ex Milwaukee Bucks Tony Snell.

Rose è stato 3 volte All-Star ed è diventato nel 2011 il più giovane MVP della storia della NBA, prima che una serie di infortuni alle ginocchia e problemi personali minassero la sua carriera.

Michele Gibin
pt.fadeaway@gmail.com

Contributor per NBAPassion.com

No Comments

Post A Comment