Home Aneddoti NBA Mercato NBA: Detroit punta a tre giocatori e al rinnovo di Fontecchio

Mercato NBA: Detroit punta a tre giocatori e al rinnovo di Fontecchio

di Alessandro Buongiorno
gallinari fontecchio sky

Dopo l’ennesima stagione fallimentare Detroit torna sul mercato. Due regular season con il peggior record della lega sono troppo anche per una squadra come i Pistons. In seguito alla prima stagione, la squadra del Michigan aveva puntato moltissimo su Monty Williams firmando con lui il contratto da allenatore più pagato della Nba. Un anno dopo questa scelta non sembra essere cambiato molto, infatti è arrivato di nuovo un ultimo posto. 

Il coach ha indubbiamente alcune colpe per non esser riuscito a trovare la chimica nel giovane roster. Ma per fare il salto di livello servono nuovi innesti. Il nuovo presidente Trajan Langdon ha l’importante compito di trovarli. Attualmente Detroit ha 60 milioni di dollari di spazio da utilizzare sul mercato per la prossima free agency e non può più sbagliare. 

Il noto giornalista di “The Athletic” James Edwards ha recentemente rilasciato una dichiarazione sulle possibili mosse future: “Analizzando le opzioni realistiche credo che Detroit andrà forte su Malik Monk, Claxton e Gary Harris. Monk è l’obbiettivo principale in quanto aiuterebbe a colmare le lacune del tiro da tre e del tiro dal palleggio”

Malik Monk è reduce da un’ottima stagione personale. Ha per poco mancato la vittoria di sesto uomo dell’anno prima che un infortunio, poco prima della fine della stagione, lo fermasse e privasse del premio. Le sue caratteristiche di velocista e playmaking sono quello che serve a una squadra come Detroit. Mentre per quanto riguarda Claxton la situazione è più complessa. Tenendo in considerazione che I Brooklyn Nets sono intenzionati a trattenere il centro, un giocatore del suo tipo che protegge il ferro come pochi, in free agency potrebbe chiedere un contratto complessivo da oltre 80 milioni di dollari. L’ultimo della lista e meno problematico sarà Harris che sicuramente si accontenterà di uno stipendio molto più modesto. 

Infine c’è la questione Simone Fontecchio. L’italiano, che salterà sicuramente il pre-olimpico, dopo la trade è stato forse uno dei migliori giocatori di questo roster, guadagnandosi così salvo sorprese un meritato rinnovo. Le cifre precise ancora sono incerte ma sicuramente andrà a percepire uno stipendio superiore rispetto al passato.

You may also like

Lascia un commento