Free agency NBA 2019, la ricca agenda di Jimmy Butler | Nba Passion
142484
post-template-default,single,single-post,postid-142484,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,qode-news-2.0.1,ajax_updown,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Free agency NBA 2019, la ricca agenda di Jimmy Butler

Jimmy Butler

Free agency NBA 2019, la ricca agenda di Jimmy Butler

Aldilà dei calibri grossi di questa free agency 2019, ovvero Kevin Durant e Kawhi Leonard, il nome che più rimbalza negli aggiornamenti e nei report degli insider è quello di Jimmy Butler. L’esterno in forza ai Philadelphia 76ers nell’ultima stagione è richiestissimo sul mercato ed è stato accostato ad altri top free agents nel corso della stagione 2018-2019 (ad esempio Kyrie Irving o Kawhi Leonard).

Secondo Adrian Wojnarowski di ESPN e Shams Charania di The Athletic, sarebbero diverse le opzioni che potrebbero riguardare l’ex Bulls e Timberwolves. La prima è sicuramente il rinnovo al massimo salariale con i Philadelphia 76ers a cifre vicine ai 190 milioni di dollari per 5 anni.

La franchigia della Pennsylvania sarebbe orientata ad offrire, nelle prime ore di free agency, subito il massimo per il  giocatore più carismatico di una delle principali contender per il titolo NBA del prossimo anno.

Gli altri scenari, invece, riguardano due differenti situazioni: una sign-and-trade che porterebbe verosimilmente l’All-Star verso Houston, per formare un nuovo “big three” con James Harden e Chris Paul, o verso i Miami Heat, in una squadra in piena ricostruzione ed in cerca di una identità precisa, oppure ancora la firma con un’altra franchigia in grado di offrire un contratto al massimo salariale, che rispondono al nome dei Los Angeles Lakers e dei Brooklyn Nets.

Free Agency NBA 2019, Jimmy Butler: un’agenda piena di incontri 

Verosimilmente, le due piste più calde al momento sono le due che riguardano una sign-and-trade option, ovvero Miami Heat e Houston Rockets.

Secondo ESPN, saranno proprio queste due franchigie ad aver la possibilità di incontrare per prime il giocatore: questa notte Jimmy Butler sarà in Florida per incontrare la dirigenza Heat, nella prima parte della prossima settimana volerà a Los Angeles per incontrarsi con gli Houston Rockets. Nel mezzo tra questi due appuntamenti, potrebbe realizzarsi un summit tra il giocatore e i Philadelphia 76ers, per decidere il futuro contrattuale di Butler e per studiare le possibili offerte e fattori di una possibile sign-and-trade.

Ancora da programmare gli incontri con Lakers e Nets, ma Jimmy Butler non sembra volersi fermare: l’agenda sarà foltissima, così come ricco e importante è il desiderio del #23 di giocare insieme ad un’altra super All-Star. Le prossime 48 ore, in tal senso, potrebbero essere già decisive.

Pierluigi Ninni
pier-juve96ma@hotmail.it

Ho 21 anni e sono uno studente universitario. Tifoso dei Cavs e della New Basket Brindisi.

No Comments

Post A Comment