Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsLos Angeles Lakers Lakers verso la off-season: free agency e draft, poche opzioni per rinforzare la squadra

Lakers verso la off-season: free agency e draft, poche opzioni per rinforzare la squadra

di Michele Gibin
Los Angeles Lakers

Rotti alla meta, così sono arrivati i Los Angeles Lakers ai playoffs.

Infortunati, con LeBron James e Anthony Davis a rincorrere una condizione che non è mai arrivata e costretti a passare dalle Forche Caudine dei play-in. I Phoenix Suns, più giovani e senza pressioni, non hanno avuto pietà.

Problemi fisici a parte, la squadra che ha tentato di difendere il titolo NBA 2020 non è stata all’altezza della situazione. Marc Gasol, Montrezl Harrell e in seconda battuta Andre Drummond sono stati un downgrade rispetto a Dwight Howard e JaVale McGee. Con le dovute proporzioni, anche il saldo Rajon Rondo-Dennis Schroder è stato negativo.

Kyle Kuzma, confermato a suon di milioni prima della stagione, si è dimenticato ai playoffs come si tira un pallone in un canestro allo stesso modo in cui Peter Griffin si era dimenticato come ci si siede in una immortale gag de I Griffin (4 su 23 da tre punti per Kuzma in 6 partite).

Veterani spremuti come Wesley Matthews, Ben McLemore e Marc Gasol hanno faticato per tutta la stagione finendo anche a un certo punto fuori dalle rotazioni di coach Frank Vogel, ed è stata notevole l’involuzione di Montrezl Harrell, sesto uomo dell’anno in carica, molto meno efficace senza il suo partner di pick and roll Lou Williams.

Talen Horton-Tucker e Alex Caruso sono stati le due note positive della stagione, e saranno free agent a fine anno. Due giocatori giovani e in ascesa, seppur con i loro bravi limiti, sarà interessante sapere cosa i Lakers decideranno di fare con loro.

Ciò detto, va ricordato che prima che gli infortuni colpissero (a Denver il 15 febbraio cadde Anthony Davis) i Lakers avevano un record di 21 vittorie e 7 sconfitte, e la miglior difesa del campionato. Dei Davis e LeBron sani avrebbero potuto portare un roster con dei limiti fino in fondo, dei Davis e LeBron a mezzo servizio non hanno avuto speranza.

LeBron James compirà 37 anni il 30 dicembre, Anthony Davis ha dimostrato purtroppo che sulla sua tenuta fisica non si può fare affidamento senza correre rischi. Indubbiamente il tour de force cui i Lakers sono stati costretti (71 giorni di off-season tra la finale NBA 2020 e la prima palla a due della stagione 2020\21) ha avuto il suo peso, la situazione salariale imporrà però delle scelte importanti.

Quali? Andiamo a scoprire come i Lakers potranno ristrutturarsi per tentare un’altra corsa al titolo NBA nell’era LeBron, partendo dalla situazione salariale per arrivare ai free agent disponibili sul mercato.

Lakers, la situazione salariale

Delicata sicuramente.

LeBron e Davis sono blindati fino al 2023 minimo, Kyle Kuzma e Kentavious Caldwell-Pope gli altri due contratti a lunga scadenza (2024 e 2023 rispettivamente).

La lista di free agent nel 2021 per LA è impressionante:

  • Andre Drummond
  • Dennis Schroder
  • Wesley Matthews
  • Alex Caruso
  • Talen Horton-Tucker (restricted free agent)
  • Markieff Morris
  • Jared Dudley
  • Ben McLemore

In aggiunta, il contratto di Montrezl Harrell prevede una player option da 9.7 milioni di dollari.

Per i Lakers, trattenere sia Schroder che Drummond, Harrell, Caruso e Horton-Tucker avrebbe un costo esorbitante e comporterebbe una luxury tax da oltre 100 milioni di dollari per il 2021\22. Qualsiasi “combinazione a tre” dei suddetti free agent costerebbe comunque tanti milioni di tassa di lusso e avrebbe l’effetto deteriore di annullare la midlevel exception da 9 milioni di dollari concessa alle squadre che non pagano la luxury tax (quella elargita a Harrell, per intenderci).

Rob Pelinka dovrà scegliere in base alle priorità. Chi tra questi sono i giocatori più importanti? Chi tra questi vuole essere davvero un Lakers?

Dopo gara 6 Dennis Schroder ha affermato che sarebbe felice di restare a Los Angeles, ma al giusto prezzo. Il tedesco ha rinunciato a 84 milioni di dollari in 4 anni a febbraio, non si accontenterà certo di meno.

Harrell potrà scegliere cosa fare, avrà presumibilmente tanto mercato e il suo ruolo è andato diminuendo in stagione.

I Lakers considerano Andre Drummond parte del progetto a lungo termine, Alex Caruso e Talen Horton-Tucker sono giovani e stimati da Vogel e LeBron.

You may also like

Lascia un commento