fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsDetroit Pistons Mercato Sixers: Galloway e Kennard gli obiettivi principali, interesse per Green

Mercato Sixers: Galloway e Kennard gli obiettivi principali, interesse per Green

di Gabriele Melina

I Philadelphia 76ers stanno sondando il mercato degli scambi, in cerca di un giocatore capace di far canestro regolarmente in uscita dalla panchina. Tra i vari candidati, spiccano i nomi di Luke Kennard e Langston Galloway, entrambe guardie tutt’oggi militanti con i Detroit Pistons.

Se Elton Brand, general manager dei Sixers, volesse rinforzare la sua rosa in vista della corsa al titolo, dovrà farlo entro il 6 febbraio, data designata come limite temporale per svolgere gli scambi.

Oltre alle due guardie sopra citate, i Sixers hanno mostrato di essere interessati anche a Jeff Green, al momento senza squadra, essendo stato rilasciato poco meno di un mese fa dagli Utah Jazz.

Luke Kennard, una pedina utile ma difficile da ottenere

Luke Kennard, ventitreenne con tre anni di esperienza nella lega, ha notevolmente elevato il suo livello di gioco in questa stagione 2019\20, raggiungendo un massimo in carriera di 15.8 punti a serata, in confronto alle precedenti annate dove non aveva mai raggiunto la doppia cifra di media. A queste cifre, va ad aggiungersi il 44.2% dal campo ed il 39.9% dalla lunga distanza su oltre sei triple tentate a gara.

luke kennard infortunio

Luke Kennard dei Pistons

Per Philadelphia, oltre alla naturale capacità di mettere punti a referto, Kennard potrebbe risultare favorevole anche dal punto di vista salariale: la guardia è ancora sotto il suo contratto da matricola da 3.8 milioni di dollari, una cifra piuttosto abbordabile.

I Sixers potrebbero utilizzare pedine di scambio interessanti come Mike Scott e Zhaire Smith, ma, sicuramente, i Pistons richiederanno di più per lasciar andare via un giocatore promettente, giovane ed economico.

Mercato Sixers: Galloway giocatore abbordabile con contratto in scadenza

Langston Galloway è un obiettivo molto più concreto, rispetto a Kennard, per la squadra di coach Brett Brown, essendo all’ultimo anno di un contratto triennale da 21 milioni di dollari. In questa stagione, sta viaggiando ad una media di 10.5 punti, accompagnati dal 43.2% dal campo ed il 39.6% da oltre l’arco.

Il ventottenne può risultare utile come un giocatore da rotazione che, in uscita dalla panchina, porta solidità e costanza al tiro da lontano, quest’ultimo uno delle falle principali nel sistema di Philadelphia. Anche in questa situazione, i due candidati principali ad essere mossi prima della deadline risultano essere Smith e Scott, sacrificabili per rinforzare il secondo quintetto che da’ il cambio a Joel Embiid e compagni.

Se i Sixers volessero imbastire uno scambio di maggiori dimensioni, allora potrebbero ipotizzare un pacchetto comprensivo di entrambe le guardie, dovendo però sacrificare uno tra Furkan Korkmaz e Matisse Thybulle. Al loro posto, potrebbe subentrare l’ala Jeff Green, veterano con alle spalle tredici anni di carriera NBA. Nonostante il suo scarso rendimento in questo inizio di stagione, Green rimane comunque un giocatore abile offensivamente, con lunghezza ed agilità per sopravvivere nella metà campo difensiva.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi