Home NCAA BasketballMarch Madness Ncaa March Madness, Conference Midwest: Kansas Jayhawks mette in fila tutti

Ncaa March Madness, Conference Midwest: Kansas Jayhawks mette in fila tutti

di Marco Tarantino
Kansas Jayhawks

Nella conference midwest, e più precisamente nelle zone che riguardano le città di Tulsa e di Milwaukee, andranno in onda 4 partite che vedono direttamente interessate alcune pretendenti, come i Kansas Jayhawks, alla corsa al titolo di campioni nazionali. Nella prima uscita i ragazzi di coach Bill Self se la vedranno contro Uc Davis che ha vinto lo spareggio contro NC State. Per i Jayhawks ci sono i magnifici 3: Graham, Mason the third e Jackson (13, 16,4 e 20,8 pt. di media), che guidano un supporting cast di assoluto livello, che mai come quest’anno può puntare al titolo, mettendo insieme tiro e difesa. Per gli Aggies che si sono già visti in campo, c’è stata una buona difesa mentre il tiro è stato ondivago. soprattutto da 3. Grande fisicità a rimbalzo, guidati da un Chima Moneke da favola (18+12).

Kansas Jayhawks

Kansas Jayhawks

 

Nell’altra sfida che si incrocia con la precedente si affronteranno Michigan State e i Miami Hurricanes. Gli spartans di Izzo hanno centrato la 20esima partecipazione consecutiva, però con il peggior record dalla stagione 1995-96. Ward e Bridges (13,7 e 16,7 punti di media), guidano una truppa, che ha nella gioventù la propria croce e delizia.Gli Hurricanes di coach Larranaga, con il seed 8, hanno agguantato la terza madness filata. Il loro attacco dipende, e passa molto dagli esterni Bowen e Reed (12 e 15 pt. di media). Sotto le plance però, la difesa tiene bene e offre sicurezze ad una squadra che le necessità. Ja’Quan Newton è da tenere controllato. È un ottimo atleta e un solido scorer. Nella parte inferiore le due favorite affrontano 2 tra le squadre più in forma dell’intera nazione. Gli Iowa State Cyclones se la vedranno con i Nevada Wolf Pack. I Cyclones hann vinto la big 12, sono arrivati alla 6a madness senza intoppi e si offrono come solida alternativa ai Jayhawks per la corsa alle sweet 16. La small ball di Iowa più che una scelta tattica è dettata dalla scarsità di altezza che attanaglia la squadra. I 4 esterni, tra cui Deonte Burton(15pt. e 6 reb. di media) dovranno recitare da protagonisti. Dall’altro lato ci sono i Wolf Pack. Squadra da 9 vittorie consecutive che però a fronte di titolare ottimi, tra cui Oliver (16+9) e Marshall (20 di media), offre una panchina pessima e una difesa altrettanto porosa. Ultimo match, ma il primo in ordine cronologico è Vermont vs Purdue. I Catamounts di Becker sono la squadra più in forma della nazione con 21 vittorie filate. Tirano bene, concedono poco e sono perfettamente bilanciati in campo. Da tenere d’occhio è Lamb. I Boilermakers col seed 4 d’altro canto, sono i vincitori della big ten. Hanno in Swanigan un candidato al giocatore dell’anno e in Haas e Edwards, un super lungo e un grande tiratore.

You may also like

Lascia un commento