Ncaa March Madness: Duke vuole mantenere le attese anche quest'anno | Nba Passion
81390
post-template-default,single,single-post,postid-81390,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,qode-news-2.0.1,ajax_updown,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Ncaa March Madness: Duke vuole mantenere le attese anche quest’anno

Duke coach Mike Krzyzewski

Ncaa March Madness: Duke vuole mantenere le attese anche quest’anno

Davvero interessanti sono i match che avranno luogo a Tulsa, in Oklahoma, per quanto riguarda regional EAST Ncaa.

BAYLOR – NEW MEXICO STATE

Partita non molto equilibrata quella tra i Bears e gli Aggies.I primi hanno disputato una stagione molto al di sopra delle aspettative di inizio anno, partendo con un 15-0 nella difficile BIG 12; è seguito un periodo di calo tuttavia è arrivato il secondo posto alle spalle di Kansas.L’attacco vive dell’inventiva di Lecomte (PG belga) e Johnatan Motley, insieme creano un asse veramente pericoloso.La grinta e l’atletismo fanno di Baylor la sesta difesa in tutta l’Ncaa. Pronosticare un accesso alle Final Four è molto difficile tuttavia il passaggio del turno è alla loro portata.

New Mexico ha vinto il torneo Wac e ha disputato una stagione tutto sommato positiva.Il giocatore che potrebbe spostare gli equilibri è Ian Baker, classe ’93, alla sua ultima stagione nel college.Viaggia ad una media di 16 punti e sa esaltarsi nei momenti decisivi.Il resto della squadra è poca cosa e difficilmente metterà in seria difficoltà Baylor, tuttavia le sorprese sono sempre dietro l’angolo.

SMU – USC

I Mustangs sono reduci da un’ ottima stagione con il record di 30-5.La stella della squadra è la SF Semi Ojeleye, leader offensivo e difensivo da 18 punti a partita.Attorno a lui gravita Brown, guardia classe’95, che viaggia sui 13 punti a partita.Posso puntare al passaggio del primo turno ma difficilmente potranno prolungare  più in avanti la loro corsa.

USC può essere considerata una vera mina vagante, ha concluso il torneo PAC-12 al quinto posto dando tuttavia filo da torcere alle grandi, UCLA su tutte.I giocatori più in vista sono la guarda McLaughlin e Chimezie Metu, PF  di notevole impatto difensivo.La partita con SMU sarà equilibrata ma probabilmente USC ha qualche freccia in più nel proprio arco.

I match che avranno luogo a Greenville , sempre per quanto riguarda il Regional East sono i seguenti:

SOUTH CAROLINA – MARQUETTE

South Carolina è stata decisamente sfortunata quest’anno andando a perdere alcuni giocatori chiave.Tuttavia i ragazzi di coach Martin hanno hanno portato avanti un processo di maturazione arrivando al quarto posto nel torneo SEC. PJ Dozier è la PG  titolare che sta alternando buoni momenti a periodi di buio totale, se accende la lampadina può far svoltare le partite di South Carolina con la sua classe.

Marquette ha disputato una stagione nella media senza particolari acuti. La squadra però è ben amalgamata sia difensivamente che offensivamente, con un gioco veloce e privo di riferimenti per gli avversari. La stella è Markus Howard, talentuosa SG classe ’99, che sta vivendo una stagione da 13 punti a partita con il 54% dalla linea dei tre punti.Entrambe le squadre possono sperare nel passaggio del turno tuttavia Marquette, per il livello di gioco collettivo, pare essere la favorita.

DUKE – TROJANS

Duke coach Mike Krzyzewski

Duke coach Mike Krzyzewski

Spesso candidata al ruolo di protagonista, Duke vuole mantenere le attese anche quest’anno.La squadra di coach Krzyzewski è una fabbrica di talento a cominciare da Jayson Tatum, probabile quarta scelta al draft. Kennard è un altro giocatore da tenere d’occhio con i suoi 20 punti di media a stagione; Greyson Allen, problemi comportamentali a parte, è un giocatore molto talentuoso che potrebbe approdare in NBA.Il passaggio del turno pare una formalità, l’approdo alle Final Four è quasi un obbligo.

I Trojans appaiono quindi la vittima sacrificale vista la loro non esaltante stagione (settimi nella Sun Belt). Il giocatore da tenere d’occhio in ottica futura è Jordon Varnado, SF classe ’97 molto forte fisicamente, viaggia a 16 punti a partita con buone percentuali anche da tre.

Enrico Beltrame
enricobeltrame97@gmail.com

Enrico Beltrame, redattore per NBAPassion.com

No Comments

Post A Comment