Once We Were Kings #2: Buchi nella barca da tappare | Nba Passion
92956
post-template-default,single,single-post,postid-92956,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,qode-news-2.0.1,ajax_updown,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Once We Were Kings #2: Buchi nella barca da tappare

Once We Were Kings #2: Buchi nella barca da tappare

Chiamatemi giustizialista, ma non ce la faccio.
Le luci che ogni giorno baciano la pelle sinuosa della California, hanno il particolare pregio di rendere tutto più vivace e colorato. I colori hanno una loro musica ammaliante, escono dalla loro leggerezza per colpirti, ti rapiscono il cuore rendendolo prigioniero.
Poi arriva Vlade Divac, ed il lavoro del sole viene vanificato considerevolmente.

Non ho buttato giù e per quel poco che mi conosco non lo farò mai, lo scambio che ha fatto tornare il sorriso a DMC, nel febbraio scorso. Voi magari oppugnate che bisognava darlo via visti i numerosi falli tecnici e le sbraitate senza senso, io, di tutt’altra manica, al posto di Vlade l’impavido mi sarei concentrato a costruire uno spogliatoio ben amalgamato con l’intento di creare un ambiente sereno e disteso. Metti che poi pervade anche l’ex Kentucky, a quel punto senza più nessuna scusa da giocarsi.



Un bagliore però, può arrivare da scelte inaspettate. Oppure no, troppo presto per dirlo. E quindi eccoci qui che vediamo con occhi speranzosi, la mano lieve del prodotto del Partizan di belgrado, ottima scuola di pallacanestro, porre la firma sul contrattone che chiama per 3 anni a 27 milioni di euro. Bogdan Bogdanovic ha fatto vedere ottime cose nelle ultime due edizioni di Eurolega indossando la maglia del Fenerbahçe, nonostante la sua patente indichi 25 anni da compiere. Ha anche vinto due volte due il trofeo destinato alla migliore stella nascente del torneo, la prima volta col Partizan, la seconda col Fenerbahçe ma è chiaro però che a livello NBA, come già ho detto in precedenza, sia ancora un grosso mistero oltre che una palese scommessa. Personalmente penso che farà bene, ma tra il dire ed il fare c’è di mezzo tanta acqua atlantica, la stessa che divide il vecchio dal nuovo continente. Staremo alla finestra ad aspettare.
Solo c’è qualcosa che mi rimane tra i denti: Partizan Belgrado.. Partizan Belgrado.. D
ove ho già sentito questo nome nella carriera di Vlade Divac?? Ah già, che sciocco! E’ solo la sua prima squadra da professionista, dove tra l’altro in 3 anni ha vinto una Coppa Korac, una Coppa Jugoslava ed una YUBA liga

Ed ora ha dato il più alto contratto mai proposto ad un giocatore proveniente direttamente dall’Eurolega, ma non draftato nello stesso anno di approdo.

Poi dicono che noi siamo “i soliti italiani”.

Raffaele Camerini
lelefener@hotmail.com

Mi abbracciano commossi quando scoprono che tifo Kings.

No Comments

Post A Comment