fbpx
Home Eurobasket Repubblica Ceca: la rivelazione di Eurobasket 2015

Repubblica Ceca: la rivelazione di Eurobasket 2015

di Luca Castellano

Siamo prossimi all’attesissimo Eurobasket 2017 in programma dal 31 agosto al 17 settembre 2017; giorno in cui conosceremo la prossima nazionale che salirà sul trono d’Europa, succedendo così alla Spagna di coach Sergio Scariolo detentrice del torneo… sempre che non sia la Spagna stessa a succedersi! Grandi attese ci sono anche per la nazionale azzurra a caccia di rivincita dopo la cocente eliminazione ai quarti contro la Lituania e qualificata poi allo scorso preolimpico dopo contro la Repubblica Ceca. Ora, vi raccontiamo il cammino degli ultimi avversari della nazionale di coach Ettore Messina, che si è classificata al settimo posto nell’ultima rassegna continentale.

David Jelinek e Tomas Satoransky

David Jelinek e Tomas Satoransky a Eurobasket 2015

Le qualificazioni e la prima fase: la Repubblica Ceca e il suo cammino continentale

La Repubblica Ceca comincia il suo cammino continentale con il girone delle qualificazioni disputato nell’estate 2014. La nazionale ceca viene sorteggiata con Georgia e Portogallo. Nonostante la sconfitta all’esordio contro la Georgia, Tomas Satoransky stella della squadra comincia ad alzare il livello del suo gioco, e con tre vittorie consecutive viene raggiunta la seconda qualificazione consecutiva alla fase finale della rassegna continentale.

Il sorteggio del girone della fase finale non è dei più rassicuranti: la nazionale ceca infatti, finisce con squadre pronte a dimostrare il loro valore come Lituania, Lettonia e l’ Ucraina. A tutto ciò però, si aggiungono tante importanti novità : il ritorno di Jan Vesely in nazionale, la grande stagione allo Chalon del naturalizzato Schilb oltre al talento di David Jelinek, aumentano la qualità del roster a disposizione di coach Ronen Ginzburg.

Infatti il cammino nella prima fase inizia nel migliore dei modi: con tre vittorie nelle cinque partite del girone contro Estonia, Belgio e quella a sorpresa contro l’Ucraina, la Repubblica Ceca stacca il pass per gli ottavi di finale di Lille contro la talentuosa Croazia di coach Perasovic.

Il capolavoro tecnico della Repubblica Ceca contro la Croazia

Il 13 settembre 2015 a Lille la nazionale di Ginzburg e la nazionale di Perasovic si affrontano agli ottavi di finale. In questa sfida viene fuori la vera anima e la forza tecnica della Repubblica Ceca: la mente e il braccio di questa squadra sono l’asse play-pivot formata da Satoransky miglior assistman e Jan Vesely miglior rimbalzista e miglior realizzatore della nazionale ceca. Grazie al loro pick and roll capace di aprire spazi per alley-oop e conclusioni nel pitturato efficaci, ma anche di ottimi tiri dalla medio-lunga distanza da parte di Schilb e Jelinek, in fase offensiva le soluzioni sono varie e molto efficaci. Infatti è fondamentale anche l’ottima prestanza fisica di Benda e Auda, entrambi lunghi con grande capacità di tiro anche dalla medio-lunga distanza ma dell’atletismo e della freschezza fisica di Welsch e Hruban in fase di transizione.

 

Satoransky- Vesely

Il pick and roll eseguito da Satoransky e Vesely è una delle chiavi di successo della Repubblica Ceca

Il vero successo arriva anche da una splendida fase difensiva, preparata egregiamente da coach Ginzburg: la difesa di contenimento sul pick and roll avversario e la marcatura efficiente di Pumprla sul playmaker avversario, permette rotazioni aggressive ed efficenti negli uno contro uno dell’attacco croato guidato dalla stella Bogdanovic. A tutto questo si aggiunge la capacità di alternare alla perfezione i raddoppi sui lunghi croati Tomic e Zoric, ai collassamenti del pitturato; che permettono  poche soluzioni offensive e conseguenti palle recuperate.

Grazie a questo “sacrificio difensivo” la Repubblica Ceca asfalta così la talentuosa Croazia per 80-59, e centra la sua prima qualificazione ai quarti di finale di Eurobasket contro una delle corazzate del torneo: la Serbia allenata da Sasha Djordjevic. In una partita caratterizzata dal tasso tecnico elevatissimo, la squadra di coach Ginzburg, resta a contatto dei vice campioni Olimpici 2016 fino a metà del quarto periodo, per poi subire lo strapotere tecnico di Milos Teodosic &Co., uscendo così di scena dalla competizione continentale.

Dopo la bellissima partecipazione di due anni fa, la Repubblica Ceca ora è attesa da un girone abbastanza impegnativo. Le prossime avversarie degli uomini di coach Ginzburg saranno i campioni in carica della Spagna, la temibile Croazia assetata di rivincita, la Romania padrona di casa della manifestazione, il Montenegro e infine l’Ungheria. Con un Tomas Satoransky reduce dalla sua prima esperienza in Nba con i Washington Wizards e uno Jan Vesely rigenerato da coach Obradovic al Fenerbaçhe, la nazionale ceca resterà soltanto la rivelazione continentale del 2015, o riuscirà ad effettuare il definitivo salto di qualità nel prossimo europeo? Servirà qualche mese e capiremo se i buoni auspici potranno diventare realtà.

 

 

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi