Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsBrooklyn Nets I Nets tolgono James Harden dal mercato: “E’ incedibile”

I Nets tolgono James Harden dal mercato: “E’ incedibile”

di Michele Gibin
james harden

I Brooklyn Nets avrebbero fatto sapere alle squadre interessate, che James Harden non è sul mercato e che la squadra non ascolterà offerte che dovessero arrivare prima della trade deadline.

I rumors di mercato su Harden, alimentati da report recenti che lo vedevano “deluso” e “scontento” a Brooklyn per via del caso Kyrie Irving e dei troppi infortuni e intoppi alla sua seconda stagione in maglia Nets, si sono fatti evidentemente tanto insistenti da stimolare una risposta, seppur a livello di indiscrezione, da parte della franchigia.

I Nets imbastirono solo un anno fa una maxi trade a 4 squadre per portare James Harden a Brooklyn, cedendo di fatto l’intero patrimonio di prime scelte future al draft oltre che di Caris LeVert e soprattutto Jarrett Allen. Sean Marks aveva battuto all’epoca la concorrenza di Daryl Morey, che per portare Harden ai 76ers aveva offerto Ben Simmons agli Houston Rockets, ma decisiva era stata la scelta del Barba di giocare con Kevin Durant e Kyrie Irving.

Un anno dopo, il risultato è che il big three Durant-Harden-Irving ha giocato assieme sole 11 partite di regular season e una sola serie di playoffs, quella vinta 4-1 contro i Boston Celtics. Troppo poco per scoprire le vere potenzialità di uno dei terzetti di star con più talento mai schierati da una squadra NBA. I problemi fisici di KD e dello stesso Harden si sono messi in mezzo, così come le paturnie di Irving che lo scorso anno sparì nel nulla per tre settimane tra gennaio e febbraio, e che in questa stagione è stato messo fuori squadra per tre mesi perché non vaccinato contro il Covid e impossibilitato per via delle misure restrittive introdotte dallo stato di New York, a giocare le partite casalinghe. A gennaio Irving è stato reintegrato con il curioso status di giocatore part-time da trasferta, senza però la possibilità per gli stessi motivi di cui sopra di giocare a Toronto in Canada e a New York al Madison Square Garden contro i Knicks. Una situazione mai vista prima, e che sarà interessante verificare se si protrarrà anche per la post-season.

Una situazione che avrebbe infastidito James Harden, il quale probabilmente si sarebbe aspettato di più dal suo passaggio ai Nets.

Kevin Durant, candidato forte al premio di MVP prima del suo infortunio al ginocchio sinistro, tornerà in campo solo dopo l’All-Star Game di Cleveland, così come il tiratore Joe Harris. Lo status di Irving lascerà di fatto Harden da solo per circa la metà delle partite che restano da giocare in regular season, e da Natale i Nets hanno un record perdente, 8-10, e sono precipitati al 27esimo posto per defensive rating (117.3) in tale intervallo.

Come riportato da ESPN, il proprietario dei Nets Joe Tsai e Sean Marks restano estremamente fiduciosi del fatto che la squadra al completo, con il suo big three in campo, possa vincere il titolo NBA in questa stagione. Stagione 2021\22 che potrebbe comunque diventare l’ultima giocata in maglia Nets da Harden, che a fine anno potrà scegliere se uscire o meno dal suo contratto e diventare free agent.

You may also like

Lascia un commento