fbpx
Home NBANBA TeamsHouston Rockets Houston Rockets: Capela pronto al rientro

Houston Rockets: Capela pronto al rientro

di Dennis Izzo

Ottime notizie in casa Houston Rockets: la franchigia texana, che quest’anno ha dovuto fare i conti con numerosi infortuni che le hanno impedito quasi sempre di esprimersi al massimo delle proprie potenzialità, incappando in una serie di risultati deludenti nella prima parte di stagioni, ritrova Clint Capela, perno fondamentale del sistema di gioco di Mike D’Antoni.

Infortunatosi al pollice destro in occasione del ko per 116-109 sul campo degli Orlando Magic dello scorso 14 gennaio, il giovane centro svizzero ha saltato le successive quindici gare prima dell’All-Star Break. A limitare i danni prodotti dalla sua assenza ci ha pensato Kenneth Faried, rivelatosi un grande innesto capace di adattarsi sin da subito al gioco dei Rockets e di tornare a esprimersi sui livelli che aveva messo in mostra nella prima parte di carriera con la maglia dei Denver Nuggets.

Il classe ’89, però, non è un centro di ruolo e, pur avendo dato il suo apporto nella posizione di 5 nel quintetto titolare, ha sofferto e non poco il duello con centri naturali del calibro di Joel Embiid, Karl-Anthony Towns, Nikola Jokic e Jahlil Okafor, tra i tanti incontrati sin qui. Il rientro di Capela, in questo senso, permetterà ai Rockets di tornare a guadagnare centimetri sotto le plance e a colmare i propri punti deboli nella lotta a rimbalzo.

Una certezza in più per i Rockets

Dopo aver saltato le ultime quindici partite per infortunio, Clint Capela tornerà in campo contro i Lakers.

Basti pensare che nelle quindici partite disputate senza il proprio numero 15 titolare, Houston ha perso in ben sei occasioni e in altrettante ha concesso almeno 121 punti agli avversari. Oltre a ciò, la squadra di D’Antoni spesso e volentieri perde le sfide sotto canestro, venendo sconfitta nel pitturato e a rimbalzo: in questo senso, piuttosto emblematici i dati relativi ad alcune delle gare giocate senza Capela, tra cui quelle perse con Nets (145-142) e Sixers (121-93).

Nelle quattro partite sopracitate, i Rockets hanno affrontato centri del calibro di Jarrett Allen e Joel Embiid, subendo la bellezza di 130 punti nel pitturato (74 da Brooklyn e 56 da Philadelphia) e concedendo ben 123 rimbalzi agli avversari (57 ai Nets, 66 ai Sixers). Insomma, l’assenza del nativo di Ginevra di origine angolana si è fatta sentire parecchio, a dimostrazione di quanto sia imprescindibile per Houston.

Capela, che sta viaggiando a medie di 17.6 punti, 12.6 rimbalzi, 1.5 assist e 1.8 stoppate col 63% al tiro in 42 presenze, tornerà a far parte del quintetto titolare dei Rockets nella prossima sfida, in programma nella notte tra domani e dopodomani contro i Los Angeles Lakers allo Staples Center.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi