Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsDenver Nuggets I Nuggets non vincono più senza Murray, Malone: “Qualcosa cambierà”

I Nuggets non vincono più senza Murray, Malone: “Qualcosa cambierà”

di Michele Gibin
nuggets

Senza Jamal Murray, infortunato, è impossibile non accorgersi di quanto la panchina dei Denver Nuggets sia corta e povera di talento.

I campioni NBA in carica hanno perso al Toyota Center per 105-86 contro gli Houston Rockets, nonostante una prova da 38 punti con 19 rimbalzi e 8 assist di Nikola Jokic che ha segnato da solo quasi la metà dei punti dei suoi. I Nuggets (10-6) hanno perso 5 delle ultime 7 partite giocate da quando Murray si è fermato per uno stiramento muscolare, al suo posto in quintetto base coach Michael Malone sta impiegando un Reggie Jackson che ha visto giorni migliori in carriera, l’ex Clippers ha segnato 2 punti con 1 su 7 dal campo a Houston e Aaron Gordon ha fatto ancora peggio, fallendo tutti e 12 i suoi tiri.

La panchina di Denver ha messo assieme la miseria di 10 punti, per i Rockets ci sono 21 punti con 15 rimbalzi e 8 assist “dell’allievo” Alperen Sengun, e 25 punti di un Jalen Green finalmente efficace in attacco (10 su 18 dal campo).

Denver ha inseguito durante la partita anche di 25 punti (47-22 nel secondo quarto) e segnato appena 43 punti nel primo tempo. I Nuggets hanno completato con un record di 1-4 un giro di 5 trasferte, che coach Malone ha definito “deludente“, l’unica vittoria è arrivata contro i derelitti Detroit Pistons, e pure in volata. Malone ha annunciato dopo la partita contro i Rockets che qualcosa cambierà nelle sue rotazioni, dalla prossima gara.

Ho appena detto ai miei che dalla prossima partita si cambia, non possiamo pensare che saremo comunque in campo perché tanto qualcuno deve pur giocare. E poi andare in campo e non combinare niente. Se sei invitato alla festa, porta qualcosa, no?” Ma quali sono le alternative per Denver? “Justin Holiday ha fatto bene oggi, per cui vedremo, ora torniamo a casa. Avere così tanti giocatori giovani e senza esperienza dalla panchina è una sfida, ma abbiamo delle partite da vincere per cui va trovato un equilibrio. Per cui, giocheranno i giocatori che ci aiuteranno a vincere le partite. Stiamo giocando diversi minuti senza una point guard di ruolo, senza Jamal Murray non è facile e penso che con lui avremmo vinto almeno un paio delle partite che abbiamo perso di recente. Ma lui non c’è e allora dobbiamo fare qualcosa. Abbiamo bisogno di più energia, vitalità, qualcosa di diverso, forse stiamo giocando anche in troppi“.

You may also like

Lascia un commento