Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsLos Angeles Lakers “Dell’altro mondo”, LeBron passa sopra ai Pelicans, Lakers in finale della NBA Cup

“Dell’altro mondo”, LeBron passa sopra ai Pelicans, Lakers in finale della NBA Cup

di Michele Gibin
lakers pelicans

Se la prima semifinale almeno è stata equilibrata, la seconda non si è quasi giocata tra Los Angeles Lakers e New Orleans Pelicans con LeBron James e compagni che hanno vinto di 44 punti, per 133-89.

LeBron ha segnato 30 punti con 5 rimbalzi e 8 assist in 23 minuti, e con 9 su 12 dal campo, Austin Reaves dalla panchina ha chiuso con 17 punti e per Anthony Davis c’è una doppia doppia da 16 punti con 15 rimbalzi e 5 assist. I Lakers dominano con 17 triple a bersaglio su 35 tentativi e il 54.7% dal campo, segnano 67 punti nel solo primo tempo e dilagano nel terzo quarto con un 43-17 che chiude la partita. I titolari di entrambe le squadre finiscono per guardare il finale seduti in panchina, in un lungo overtime.

Con l’orario serale, alla T-Mobile Arena di Las Vegas c’è appena più gente (ma poca poca) rispetto alla prima delle due semifinali, quella tra Bucks e Pacers, ma il clima è sempre quello di un All-Star Game. Il fatto che i Pelicans abbiano poi approcciato la gara come un back to back di inizio dicembre non ha aiutato. Come per la prima partita per fortuna, anche qui c’è stato almeno un giocatore da osservare, LeBron James, che contro la “difesa” dei Pels ha segnato 4 triple e non ha commesso neppure una palla persa.

I Lakers hanno acchiappato 59 rimbalzi e finito con 31 assist, il miglior realizzatore per New Orleans è stato Trey Murphy III con 14 punti. Serve altro?

Serviva un veterano alla 21esima stagione NBA a far vedere a una squadra ancora giovane e in ascesa come i Pelicans, che cosa vuol dire giocare per davvero una partita importante, anche al 7 dicembre. “Io sono contento di essere qui, è un bel momento per esserci e vediamo se riusciremo a chiudere. Per ora è tutto bello e divertente“. LeBron si è guadagnato anche tre falli in attacco, tre sfondamenti di esperienza e furbizia a testimoniare il suo dominio mentale sulla partita “I contatti? Non sono mai abbastanza con 500mila dollari da vincere sul tavolo… la realtà è che cerco solo di dare l’esempio, fare la giocata giusta, essere altruista, aiutare i miei compagni e poi accettare il risultato che ne viene fuori“.

Oggi LeBron è stato straordinario, dell’altro mondo” ha detto coach Darvin Ham “Si è imposto sulla partita“.

I Lakers giocheranno contro i Pacers lunedì notte sempre a Las Vegas, sperando che la NBA non se ne esca con un parquet di vetro per la grande finale, per vincere la prima NBA Cup della storia. Per LeBron e soci si tratta inoltre della settima vittoria nelle ultime 10 partite di regular season, il record dice ora 14-9 e quarto posto a Ovest.

You may also like

Lascia un commento