fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA News Leonard: “Il Basket è divertimento”

Leonard: “Il Basket è divertimento”

di Virginia Sanfilippo

Sorpasso compiuto. Quella che, ad inizio stagione, poteva sembrare la più assurda delle eresie ha preso forma stanotte: grazie alla vittoria dei San Antonio Spurs ai danni dei Cleveland Cavaliers, i Boston Celtics hanno raggiunto la vetta della Eastern Conference, relegando i Wine&Gold al secondo posto. Grandissima parte del merito va ai Celtics, naturalmente, ma Thomas & Co. possono anche ringraziare quello che è ormai diventato l’uomo franchigia di San Antonio, guidando per l’ennesima volta gli Speroni verso la vittoria: Kawhi Leonard.

Il numero 2 degli Spurs, stanotte, ha piazzato contro Cleveland 25 punti, 6 rimbalzi, 6 assist, 3 palle recuperate e una stoppata facile facile sul Prescelto, registrando il 52.4% di precisione al tiro, ma solo per colpa di 7 triple tentate e mancate, perchè sui tiri da due la sua percentuale è stata devastante, 11-14, 78.5%.

“Ognuno di noi, ogni componente del nostro team, vuole giocare una gara migliore ogni notte. Per noi è solo divertimento, ce la spassiamo giocando a basket. Il basket è divertimento. Questo è ciò per cui viviamo, ed è semplicemente meraviglioso essere pagati per giocare questo sport“, ha detto Leonard a fine partita.

Gli Spurs hanno battuto sia Warriors che Cavaliers in tutti e quattro gli scontri diretti disputati fin’ora in questa stagione, con uno scarto di 20.8 punti in media, vincendo di 29 punti almeno una volta contro entrambe, e sono secondo nella classifica avulsa degli scontri diretti con i migliori 5 team della lega, nei quali hanno racimolato un record di 9-1 (secondo solo al 10-1 dei Warriors).

A questi dati e alla vittoria di stanotte, però, Leonard non vuole dar peso in ottica playoff: “Non significa niente. Non significa che vinceremo il titolo o che arriveremo alle Finals. Abbiamo fatto un buon lavoro stanotte, siamo venuti fuori presto (accumulando 24 punti di vantaggio già all’intervallo lungo, ndr), siamo stati aggressivi e abbiamo tenuto il piede premuto sul pedale. L’unica cosa che mi auguro è che continueremo a fare così anche durante le prossime gare”.

 

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi