fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA News Problemi in casa Sixers? Ben Simmons chiama i suoi compagni “soft”

Problemi in casa Sixers? Ben Simmons chiama i suoi compagni “soft”

di Federico Ferri

Questa notte si è tenuta la partita tra Philadelphia 76ers e Miami Heat, dove la squadra di Jimmy Butler si è imposta con il risultato di 137 a 106 (peggior sconfitta dei ragazzi di Brett Brown della stagione). Ben Simmons non ha gradito il comportamento della squadra e a fine partita ha dichiarato che i suoi compagni sono stati troppo “soft“.

Ben Simmons ha terminato la partita con 16 punti, 8 rimbalzi e 7 assist. Da non sottovalutare le 4 palle perse, i 5 falli e un plus/minus di -31 (il peggiore della sua carriera). Il vincitore del premio Rookie of the Year del 2018 ha voluto parlare del lato fisico e di come sia mancata la grinta a tutta la squadra: “Dal punto di vista fisico, dobbiamo migliorare. Ciò avviene tramite esperienza e grinta. Non dobbiamo farci sovrastare, bisogna lottare per ogni blocco. Se si bisogna colpire qualcuno, dobbiamo farlo. Se per non far segnare qualcuno lo si deve far cadere, lo dobbiamo fare.

I Sixers in questa partita hanno avuto la loro peggior efficienza difensiva degli ultimi 20 anni (148.9). D’altro canto gli Heat hanno avuto la loro miglior efficienza offensiva degli ultimi due decenni (148.9). “Credo che la nostra difesa sia stata scarsa“, ha dichiarato coach Brett Brown. “Quando il tuo avversario perde solo 3 palloni nel corso dell’intera partita, capisci che c’è qualcosa che non va. Credo che la nostra squadra abbia la terza o la quarta miglior difesa della lega, e stasera non lo abbiamo dimostrato minimamente“.

Crisi in casa Sixers?

Non è la prima volta che Ben Simmons chiama i suoi compagnisoft, infatti lo fece anche nel gennaio 2019, dopo aver perso una partita con gli Atlanta Hawks, venendo dominati nel pitturato e a rimbalzo (44 rimbalzi a 30). Un mese dopo queste dichiarazioni arrivò la trade che portò Tobias Harris a Philadelphia. Chissà se, a ridosso della trade deadline, la dirigenza si muoverà per aggiungere o cambiare qualche tassello. Al momento i Sixers sono al sesto posto della Eastern Conference, e sicuramente vorrebbero puntare più in alto.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi