fbpx
Home NBANBA News Blazers, coach Terry Stotts: “Trevor Ariza subito titolare”

Blazers, coach Terry Stotts: “Trevor Ariza subito titolare”

di Michele Gibin

Il neo acquisto dei Portland Trail Blazers Trevor Ariza dovrebbe partire subito titolare nello starting five di coach Terry Stotts, a confermarlo è lo stesso allenatore.

La trade che ha spedito Kent Bazemore e Anthony Tolliver ai Sacramento Kings in cambio di Ariza, Caleb Swanigan e Wenyen Gabriel è diventata ufficiale nella giornata di martedì, il veterano ex Lakers e Rockets dovrebbe fare il suo debutto in maglia Blazers nella notte italiana tra giovedì e venerdì contro i Dallas Mavericks al Moda Center di Portland.

Trevor Ariza sarà con ogni probabilità la nostra ala piccola titolare“, così Stotts “E’ un giocatore di grande esperienza, un ottimo difensore ed un tiratore affidabile, in grado di allargare il campo. Con la sua esperienza sarà in grado fin da subito di trovarsi al meglio con i suoi nuovi compagni, credo si rivelerà una bella presa per noi“.

Con la trade, i Blazers hanno spedito a Sacramento anche due future seconde scelte, ricevendo in cambio la possibilità di risparmiare oltre 12 milioni di dollari su uno dei payroll più pesanti della NBA, e circa 7 milioni di dollari di luxury tax. Il contratto di Trevor Ariza sarà garantito solo per un milioni dei 13 previsti per l’anno 2020\21, se i Blazers sfrutteranno la clausola presente, e nel frattempo il campione NBA 2009 con la maglia dei Los Angeles Lakers potrà rivelarsi utile per la rincorsa all’ottavo posto nella Western Conference.

Ariza partirà in quintetto al fianco di Carmelo Anthony, assieme a Hassan Whiteside, C.J. McCollum e Damian Lillard. Il veterano 34enne aveva firmato in estate da free agent un contatto biennale da circa 25 milioni di dollari con i Kings, dopo una stagione spesa tra Phoenix Suns e Washington Wizards.

Dopo le esperienze ad Orlando Magic e Los Angeles Lakers (e due finali NBA giocate), Ariza è diventato una delle colonne degli Houston Rockets di Mike D’Antoni e James Harden finalisti di conference nel 2018.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi