Draft, Chicago Bulls, l'obiettivo Coby White già "prenotato"?
139272
post-template-default,single,single-post,postid-139272,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,qode-news-2.0.1,ajax_updown,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Draft, Chicago Bulls, l’obiettivo Coby White già “prenotato”?

draft chicago bulls

Draft, Chicago Bulls, l’obiettivo Coby White già “prenotato”?

La draft lottery dello scorso 14 maggio ha “punito” i Chicago Bulls, precipitati alla settima posizione di chiamata e fuori dalla portata di alcuni dei prospetti più interessanti del prossimo draft a nord degli inarrivabili Zion Williams e Ja Morant.

Una delle priorità estive dei Bulls sarà quella di rinforzare il back-court, un reparto guardie forte dei soli Kris Dunn e Ryan Arcidiacono nello spot di point- guard. Dal draft una delle soluzione più logiche potrebbe essere quella di puntare su Coby White, talentuoso freshman da North Carolina.

Una soluzione ideale, senonché sarà probabilmente difficile che l’ex Tar Heels possa “sopravvivere” sino alla chiamata numero 7, quella dei Bulls.

I Phoenix Suns, che sceglieranno appena prima di Chicago, hanno un disperato bisogno di una point guard con prospettive da affiancare a Devin Booker (il roster attuale conta dei soli Tyler Johnson e dei giovani Elie Okobo e De’Anthony Melton), e la scelta dei Suns potrebbe cadere proprio su White (un’alternativa possibile, seppur a più alto rischio, sarebbe quella di Darius Garland da Vanderbilt).

Come riportata da K.C. Johnson del Chicago Tribune, Coby White potrebbe aver strappato già al Draft Combine di Chicago una promessa di scelta da una delle 6 squadre che chiameranno prima dei Bulls il prossimo 20 di giugno Brooklyn.

I Phoenix Suns potrebbero rivolgersi al mercato per trovare la loro nuova point-guard titolare (Terry Rozier, addirittura Kyle Lowry), i Cleveland Cavaliers selezionarono lo scorso anno il promettente Collin Sexton, ma il gm dei Cavs Koby Altman ha già dato dimostrazione di grande intraprendenza sul mercato, e chissà che il giorno del draft non possa riservare sorprese in Ohio.

I New York Knicks punteranno con ogni probabilità su R.J. Barrett di Duke (sia come rinforzo che come interessante pedina di scambio), più “oscura” la posizione dei turbolenti Los Angeles Lakers. I giallo-viola tenteranno da subito ogni strada per rinverdire i colloqui con i New Orleans Pelicans per Anthony Davis, e chissà che a rientrare nell’affare non sia la quarta chiamata assoluta che spetterà proprio ai Lakers.

Lakers che potrebbero semplicemente puntare sul miglior giocatore disponibile, oppure scegliere “per procura”, su indicazione magari degli stessi Pelicans, bisognosi di una point-guard da affiancare a Jrue Holiday (Elfird Payton, il titolare in questa stagione, sarà free agent).

Michele Gibin
pt.fadeaway@gmail.com

Contributor per NBAPassion.com

No Comments

Post A Comment