fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsLos Angeles Clippers Clippers, buone notizie da Paul George: “Ora mi sento molto meglio”

Clippers, buone notizie da Paul George: “Ora mi sento molto meglio”

di Francesco Catalano

Per Paul George la prima stagione ai Los Angeles Clippers non è stata una delle più esaltanti, ma potrebbe ribaltare il giudizio con il finale di stagione che prenderà avvio dalla bolla di Orlando dal 30 luglio.

Doc Rivers durante l’attuale stagione NBA ha potuto fare affidamento sulla sua squadra al completo in poche circostanze. Infatti, diversi giocatori della seconda squadra di Los Angeles hanno avuto qualche acciacco fisico durante l’annata. L’ex coach dei Celtics non è riuscito nemmeno a provare con frequenza la coppia Leonard-George dato che il primo ha saltato diverse partite per il consueto load management, mentre il secondo ha avuto diversi problemi.

Infatti, George non ha preso parte alla prima parte della stagione a causa del problema alla spalla che si portava dietro da Oklahoma. In seguito, ci ha messo un po’ a riprendere confidenza con il campo e i continui acciacchi non gli hanno permesso di acquisire una forma fisica ottimale durante l’anno.

Lo stop provocato dalla diffusione del coronavirus sembra aver giovato da questo punto di vista all’ex Indiana. Questo periodo di stop forzato è servito a George per recuperare completamente dal problema alla spalla e per prepararsi al meglio in vista del ritorno in campo.

Per l’intera stagione, tranne l’ultima parte, ho sempre dovuto fare riabilitazione per la spalla e stare attento” ha confessato George.Ora mi sento molto meglio”. Poi ha anche ribadito quanto la pausa abbia aiutato tutti a rimettersi dai vari problemi fisici. “Questo periodo ci ha dato quello di cui avevamo bisogno. Avevamo alcuni ragazzi che stavano avendo da fare con alcuni infortuni. Questo lasso di tempo ci ha dato la possibilità di superare quegli infortuni e di tornare al 100%”.

Musica per le orecchie di coach Doc Rivers che non vede l’ora di avere tutti al meglio per l’assalto al titolo NBA. I Clippers hanno raggiunto come le altre squadre la bolla di Orlando ed hanno iniziato il mini training camp in vista della ripartenza. Ancora non è presente Kawhi Leonard che raggiungerà i compagni tra qualche giorno per motivi famigliari.

I giocatori dovranno trovare ritmo e forma più in fretta di quanto sono abituati a fare di solito in vista dell’inizio della stagione. E infatti Rivers ha ribadito come sia stato importante fin da subito calcare la mano con gli allenamenti. “Questo non è un modo normale di tornare in campo. Di solito i ragazzi hanno 3 o 4 settimane per fare partitelle e allenarsi sul tiro. Questo non sta avvenendo. Alcuni di loro non hanno toccato una palla da basket né hanno visto una palestra fino a due settimane fa. Dobbiamo fare un sacco di lavoro da entrambe le parti del campo”.

In ogni caso, avere un Paul George completamente guarito dall’infortunio sarà sicuramente un’ottima notizia per il suo allenatore che già non vede l’ora di arrivare sui palcoscenici che contano.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi