fbpx
Home NBANBA TeamsLos Angeles Clippers Clippers, c’è malcontento in squadra per il trattamento di Kawhi e George

Clippers, c’è malcontento in squadra per il trattamento di Kawhi e George

di Lorenzo Brancati

Su 45 partite giocate dai Los Angeles Clippers, Kawhi Leonard è sceso in campo per 34 volte, Paul George solo per 26. Complici in entrambe le situazioni sono stati senza dubbio i problemi fisici, ma la causa principale di così poche apparizioni è stata la gestione rivoluzionaria che la franchigia sta riservando alle sue due stelle.

La pratica del load management, della gestione dei carichi, e dunque anche delle presenze in partita, è stata ampiamente sdoganata dall’organizzazione. Coach Doc Rivers ne ha parlato più volte, sempre in favore delle sue superstars, e non potrebbe essere altrimenti.

Se però tali pratiche sono in linea con i pensieri di front-office e allenatore, sembra non si possa più dire lo stesso dei compagni. Un recente articolo di TheAthletic.com riporta infatti di un diffuso malcontento all’interno dello spogliatoio. Sembrerebbe infatti che alcuni giocatori stiano “faticando ad accettare il trattamento preferenziale riservato dai Clippers a Kawhi e George”.

Stando alle fonti riportate, molti membri della squadra sarebbero rimasti delusi dalla cancellazione di diversi appuntamenti in palestra ad opera proprio di Leonard, fresco, tra le altre cose, di convocazione all’All-Star Game. Non solo, sarebbero anche infastiditi dai ritmi bassi sui quali continuano a viaggiare gli allenamenti di squadra nonostante sia già passata la metà della stagione regolare.

Come sottolineato dalla rivista online, comunque, che una franchigia si organizzi intorno ai suoi giocatori più importanti non è certo una novità. La novità più grande, in questo caso, è da ricercarsi nella netta differenza tra l’approccio dei Clippers di quest’anno con quelli della passata stagione.

Senza stelle in roster, infatti, ma solo con un enorme lavoro di squadra, presero parte ai playoffs, con un record di 48-34. Per più di qualcuno deve sicuramente essere stato un cambiamento pesante da mandare giù.

Fatto sta però che allo stato attuale delle cose i Clippers stiano girando bene. Nonostante qualche passo falso in assenza dei suoi giocatori chiave, possono dirsi tra i favoriti nella lotta al titolo. Nelle ultime 11 gare sono arrivate ben 8 vittorie, e sono solo a 4.5 partite di distanza dal primo posto ad Ovest dei Lakers.

Ad oggi, conclude TheAthletic.com, sembra che il problema non sia ancora tanto grande da richiedere una risoluzione. E se si dovesse continuare a fare tanto bene, probabilmente non lo diventerà mai.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi