fbpx
Home NBANBA News Blazers travolti dalle triple dei Mavs, Lillard contro gli arbitri: “Spiegazioni inaccettabili”

Blazers travolti dalle triple dei Mavs, Lillard contro gli arbitri: “Spiegazioni inaccettabili”

di Michele Gibin

Dopo Bradley Beal, anche un giocatore al solito compassato come Damian Lillard perde la calma contro gli arbitri, nel quarto periodo della sconfitta casalinga dei suoi Portland Trail Blazers contro i Dallas Mavericks di Luka Doncic.

Ai Blazers non sono bastati i 47 punti di Lillard, ed un buon esordio di Trevor Ariza (21 punti e 7 rimbalzi in 36 minuti di gioco) per battere i Mavs di Doncic e Kristaps Porzingis, che si impongono per 133-125, controllando la partita nel quarto periodo. Lillard continua nel suo momento di grande ispirazione offensiva dopo i 61 punti rifilati ai Golden State Warriors, chiudendo con 16 su 28 al tiro, 8 su 15 al tiro da tre punti e 7 su 7 in lunetta.

Un poco più impreciso al tiro Luka Doncic, che termina la sua gara con 27 punti e 9 assist (11 su 25 dal campo), Porzingis chiude con 20 punti e 5 rimbalzi, ed i Mavs segnano ben 22 tiri da tre punti, che superano anche i 21 dei Trail Blazers.

Con i Blazers sotto di 15 lunghezze nel quarto periodo, si scatena la frustrazione di Damian Lillard contro l’arbitro Ray Acosta: la star di Portland penetra a canestro e viene colpito al capo da Luka Doncic, Lillard segna ma non ottiene il fischio, e chiede spiegazioni all’arbitro: “E lui mi ha risposto: non è fallo perché hai cercato tu il contatto“, Spiega il giocatore nel post partita “Io avrei cercato il contatto? Il difensore mi dà una botta in testa ed io avrei cercato il contatto? Questa è mancanza di rispetto bella e buona, con una spiegazione così poi…“.

A partita ormai finita, a 13 secondi dal termine, Lillard si avvicina di nuovo ad Acosta per ulteriori spiegazioni, e si vede fischiare un raro fallo tecnico: “Mi ha detto che tutti e tre gli arbitri erano d’accordo sul fatto che avessi cercato io il contatto. Avrei preferito mi avesse detto ‘non ho visto’, almeno non ci sarebbe stato nulla di nuovo. Ma non puoi proprio dirmi che ho cercato io io fallo in quella situazione, con un sottomano rovesciato e mentre non stavo nemmeno guardando il canestro. Non insultarmi così, di’ solo ‘non ho visto’“.

I Trail Blazers hanno giocato la terza partita consecutiva senza C.J. McCollum, infortunato alla caviglia destra, ma a destare la maggior preoccupazione in coach Terry Stotts è un’altra prestazione difensiva insufficiente della sua squadra: “Siamo andati sotto, abbiamo avuto buoni momenti ma abbiamo commesso troppi falli. Siamo andati sotto di 25 punti e Lillard ci ha rimesso in partita quasi da solo, non è certo la prima volta, Ariza? E’ stato grande, in attacco ed in difesa contro Doncic, un’aggiunta che ci farà bene, sa giocare e ci darà una grande mano“.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi