David Fizdale: "Sappiamo già chi prendere al draft" | Nba Passion
138574
post-template-default,single,single-post,postid-138574,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,qode-news-2.0.1,ajax_updown,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

David Fizdale: “Sappiamo già chi prendere al draft”

david-fizdale-New York Knicks 2018/2019

David Fizdale: “Sappiamo già chi prendere al draft”

David Fizdale ha affermato che non c’è alcun dubbio su chi prenderanno i Knicks al prossimo draft, se vinceranno la lottery di martedì: un nome? Beh difficile non pensare a Zion, uno dei prospetti più promettenti degli ultimi anni senza dubbio.

Le parole di David Fizdale

“Sappiamo già chi prendere nel caso in cui vinceremo la lottery”, così ha dichiarato l’allenatore dei New York Knicks durante una puntata, mercoledì mattina, del “Dan Patrick Show”. “Si, sappiamo già cosa fare.” Patrick ha quindi scherzato, “OK, portiamoci a casa Williamson” e Fizdale ha subito iniziato a ridere. Gli è stato poi chiesto se ci fosse un giocatore paragonabile a Zion Williamson: “Nessuno. Lui è un ragazzo unico.”

I Knicks hanno il 14% di possibilità di vincere la lottery e il 26.4% di prendere almeno una scelta tra le prime 2. Williamson, Ja Morant e R.J. Barrett saranno quasi sicuramente le prime 3 scelte al prossimo draft, con il mancino di Duke favorito per la prima scelta assoluta.

Coach Fizdale ha definito Morant e Zion dei “giocatori elettrici”. Ma ha anche fatto capire chiaramente che i Knicks considerano Williamson l’obbiettivo principale e di cui hanno più bisogno. Non gli è stato chiesto però, se sarebbero disposti a scambiare la prima scelta per Anthony Davis, cosa da non escludere.

“Per noi, il nostro roster è molto aperto e abbiamo diversi giocatori che farebbero al caso nostro e ovviamente al draft vogliamo il più talentuoso.”

La lottery si terrà settimana prossima a Chicago, e qui le squadre NBA intervisteranno i giocatori, cosa che lo stesso David Fizdale ritiene molto importante. “Enorme”, ha continuato Fizdale, “è l’importanza nel conoscere questi ragazzi. Io voglio sapere chi sono. Voglio sentire la verità. Voglio sentire delle risposte oneste. Ci sono così tanti retroscena su questi ragazzi, e così quando iniziamo a entrare nella loro testa, iniziamo a fare domande mirate per conoscere il loro carattere, per sapere che tipo di “lavoratori” sono, quanto sono affamati e se sono dei potenziali leader. Mi piace parlarci e sentire tutto ciò faccia a faccia.”

La pessima stagione dei New York Knicks

Mentre i playoff diventano sempre più caldi senza i Knicks, Fizdale ha iniziato un inarrestabile tour dei media nazionali da quando hanno terminato la regular season con un record di 17-65, il peggiore della lega. Fizdale si è presentato da Patrick, il cui studio si trova a Milford, in California, con la simbolica ascia autografata che i Knicks hanno portato con loro durante tutta la regular season.

Lorenzo Bucci
lorenzo.bucci00@gmail.com
No Comments

Post A Comment