ESPYs 2019, Antetokounmpo Atleta dell'Anno, Kobe premia Bill Russell
143754
post-template-default,single,single-post,postid-143754,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,qode-news-2.0.1,ajax_updown,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

ESPYs 2019, Giannis Antetokounmpo Atleta dell’Anno, Kobe Bryant premia Bill Russell

espys 2019 antetokounmpo

ESPYs 2019, Giannis Antetokounmpo Atleta dell’Anno, Kobe Bryant premia Bill Russell

ESPYs 2019 griffati Giannis Antetokounmpo, il fresco MVP della stagione NBA si aggiudica il premio di Atleta Maschio dell’Anno al galà dello sport made in USA organizzato da ESPN.

Un altro riconoscimento per il greco, a 24 anni d’età il terzo miglior giocatore NBA più giovane di sempre e volto internazionale della lega: “Oggi non piangerò, vorrei rassicurare tutti“, ha scherzato Giannis dal palco del Microsoft Theater di Los Angeles.

Da ragazzo non mi sarei mai immaginato di vincere un ESPYs“, Prosegue la star dei Milwaukee Bucks “Tutto questo è frutto del duro lavoro, quando si inseguono i propri sogni, cose come queste diventano possibili“.

Antetokoumpo è stato dichiarato lo scorso 24 giugno MVP della stagione NBA 2018\19, superando nelle votazioni James Harden degli Houston Rockets e Paul George degli Oklahoma City Thunder. Il greco ha guidato i suoi Milwaukee Bucks al massimo numero di vittorie in regular season (60) dalla stagione 1980\81, e fino alla finale di conference, poi persa contro i Toronto Raptors di Kawhi Leonard.

ESPYs 2019: premiato anche Bill Russell, presenta Kobe

Tanti i premi assegnati nella notte di LA. Al mondo NBA ed al grande Bill Russell un altro riconoscimento, la leggenda dei Boston Celtics è stata premiata con l’Artur Ashe Courage Award, attribuito a chi, “nello spirito del grande Arthur Ashe, ne ne porta avanti lì’impegno per i diritti civili“.

A rappresentare sul palco l’85enne Russell è stato Kobe Bryant: “Una cosa che ho imparato da Bill è stata come trarre ispirazione dalle generazioni precedenti. Il motto del nonno di Russell era: ‘ogni uomi deve tracciare una linea di confine dentro di sé, e nessun altro uomo deve permettersi di varcarla’. Bill vi aggiunse la frase: ‘manca di rispetto a quella linea e mancherai di rispetto a me’ (…) ogni generazione ha la responsabilità di insegnare qualcosa a quella successiva“.

Tra i premiati con l’ESPYs la nazionale femminile di calcio USA, di nuovo campione del mondo, e l’attaccante Alex Morgan, eletta Atleta Donna dell’Anno. Premio alla carriera per il grande quarterback dei New Orleans Saint Drew Brees, diventato il recordman NFL per TD pass, e che nelle votazioni ha superato Klay Thompson dei Golden State Warriors e la sua prestazione da 14 tiri da tre punti realizzati contro i Chicago Bulls lo scorso 29 ottobre.

Roger Federer e Serena Williams premiati come migliori tennisti dell’anno, il premio di miglior giocatore NCAA è invece andato a Zion Williamson dei New Orleans Pelicans. Premio anche per la sensazionale ginnasta statunitense Katelyn Ohashi, “Best Play of the year” con il suo esercizio a corpo libero  da 10.0 lo scorso gennaio.

Michele Gibin
pt.fadeaway@gmail.com

Contributor per NBAPassion.com

No Comments

Post A Comment