fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationEvidenza Hakeem Olajuwon sceglie il suo GOAT: “LeBron? Jordan nettamente il numero 1”

Hakeem Olajuwon sceglie il suo GOAT: “LeBron? Jordan nettamente il numero 1”

di Luca Gigliotti

Hakeem Olajuwon, uno dei centri più forti di sempre, ha dichiarato in una intervista a CNBC il suo parere su chi fosse il più grande giocatore della storia del basket, eleggendo Micheal Jordan per distacco davanti al suo rivale LeBron James.

Il dibattito sul Goat è sempre uno dei temi più affascinanti della NBA. Ultimamente però, con la vittoria del quarto anello di LeBron James, si è fatto ancor più acceso. “Lebron ha vinto dappertutto, è lui il più grande”, “la grandezza di Jordan è inarrivabile”, “James è più completo, non ha difetti”, “MJ ha più titoli e più MVP”. Tante le argomentazioni dette per incoronare il migliore tra “the King” e “His Airness”.

Il bello del dibattito è probabilmente proprio questo: non esiste una verità universale, ognuno ha il diritto di esprimere il suo punto di vista. Come nel basket, così in tutti gli altri sport.

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Qual è il Lebron che preferite? 4 titoli vinti, 2 a Miami, 1 a Cleveland ed 1 a Los Angeles! A quale versione del Re siete più affezionati e legati?

Un post condiviso da NBA Passion (@nbapassion_com) in data:

Hakeem Olajuwon: “Jordan di gran lunga il più grande”

Tra le tante leggende della NBA che si sono espresse per decretare il più forte tra Jordan e LeBron, si è aggiunto anche il due volte MVP delle finali Hakeem Olajuwon. Ecco le sue parole:

Il paragone tra i due non è giusto. Jordan è nettamente più grande. Non ho nulla contro Lebron, giocatore straordinario, ma Mj è di un altro livello”. Dopo la tesi, arriva anche l’argomentazione: “Micheal giocava in una lega più dura rispetto a quella di oggi, ed era più creativo rispetto a James”.

L’ex centro dei Rockets, avendo giocato nella stessa era di Jordan e avendolo affrontato diverse volte, conosce bene la sua grandezza, mentre invece ha potuto solo ammirare da fuori dal campo quella di LBJ. Forse la sua scelta è dettata anche da questo dettaglio.

Comunque, Il tema sul goat non si spegnerà mai, nemmeno dopo le parole di “the Dream”. E’ troppo difficile paragonare due giocatori di diverse epoche, soprattutto quando uno dei due continua a dominare in campo.

Forse un’idea più chiara si avrà quando anche “the chosen one” si ritirerà dal basket giocato. Ma finché è sul campo va goduto e ammirato, paragonandolo con i giocatori della sua era.

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 

“Il Dream Team…Stiamo parlando di 11 Hall of Famers.” Coach K su chi avrebbe vinto una serie a 7 gare tra il Dream Team del ’92 ed il Redeem Team del 2008 ° ° ° #NBApassion #dreamteam #redeemteam #jordan #magic

Un post condiviso da NBA Passion (@nbapassion_com) in data:

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi