Hornets-Nuggets, Denver e Paul Millsap KO, interrotta striscia di 7 vittorie
126547
post-template-default,single,single-post,postid-126547,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,qode-news-2.0.1,ajax_updown,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Hornets-Nuggets, Denver e Paul Millsap KO, si interrompe a 7 la striscia di vittorie

tony parker futuro

Hornets-Nuggets, Denver e Paul Millsap KO, si interrompe a 7 la striscia di vittorie

Gli Charlotte Hornets interrompono la striscia di 7 vittorie consecutive dei Denver Nuggets. Kemba Walker e compagni hanno la meglio su Denver nei minuti finali, dopo aver condotto la partita per lunghi tratti ed aver toccato il +16 nel secondo quarto di gioco.

Allo Spectrum Center di Charlotte, Hornets-Nuggets finisce 113-107.

I Denver Nuggets sono ancora privi di Gary Harris, che dovrebbe tornare in campo a giorni dopo alcune gare d’assenza per un problema all’anca destra. Gli Hornets provano la fuga nel secondo quarto, chiuso 40-28 per gli uomini di coach James Borrego. All’intervallo, lo score dice 63-54 Charlotte, nonostante un Kemba Walker da soli 6 punti a referto. Per Denver ci sono 10 punti a testa per Juan Hernangomez e Malik Beasley.

Nel terzo quarto Denver si affida a Jamal Murray (20 punti, 5 rimbalzi e 7 assist a fine gara) e torna a -4 (72-68 a 6:33 dal termine della frazione) ma su un aiuto difensivo su una penentrazione di Michael Kidd-Gilchrist, Paul Millsap si sbilancia in aria e ricade sbattendo la punta del piede destro contro il parquet.

Paul Millsap rientra negli spogliatoi, e una successiva radiografia rivela la frattura dell’alluce destro per l’ex Atlanta Hawks. Un layup di Hernangomez da il -1 a Denver sul finire del terzo quarto, ma Frank Kaminsky (11 punti e 6 rimbalzi in 16 minuti di gioco) e Malik Monk ricacciano indietro i Nuggets (79-87).

Nel quarto periodo gli Hornets toccano il +13 (99-86 a 5:18 dal termine) trainati da Kemba Walker (21 punti, 6 rimbalzi e 8 assist, con 11 su 12 ai liberi per Kemba). Monte Morris da tre punti da però il-3 a Denver con poco più di un minuto da giocare (106-103), ma 4 punti di Tony Parker (19 a fine gara per l’ex Spurs) ed una gran stoppata di Kidd-Gilchrist su Hernangomez chiudono il discorso.

Hornets-Nuggets, Malone: “Infortunio Millsap? Opportunità per altri”

 

Nonostante la sconfitta odierna, i Denver Nuggets (17-8) rimangono alla guida della Western Conference. Denver trova una pessima serata al tiro (38.6% al tiro e 8 su 35 da tre punti), dovrà far fronte nei prossimi giorni all’infortunio di Paul Millsap:

Se Paul (Millsap, ndr) sarà fuori per le prossime partite, questo significa che qualcun altro partirà in quintetto al suo posto, e qualcuno altro ancora troverà più minuti dalla panchina

– Mike Malone dopo Hornets-Nuggets –

 

Per gli Charlotte Hornets è la panchina a fare la differenza. 59 dei 113 punti segnati arrivano dalla second unit. Tony Parker ha messo a referto 19 punti, Malik Monk ne ha aggiunti 16 e Frank Kaminsky – visto poco sinora in questa stagione – ha contribuito con 11 punti e 6 rimbalzi.

Tony Parker ha fatto un gran lavoro stasera. Nei finali di partita tirati, Tony è sempre un valore aggiunto, e noi stiamo migliorando nel gestire queste situazioni (…) la nostra panchina è stata grande oggi, Malik (Monk) ha avuto una delle sue migliori partite stagionali (…) i nostri quintetti sono sempre bilanciati. avere in campo sia Parker che Kemba (Walker, ndr) nei minuti finali ci ha permesso di avere sempre buoni tiri a disposizione, il quintetto con due trattatori della palla è una buona soluzione per noi. In difesa abbiamo lavorato bene in transizione, contro uno dei migliori attacchi della lega”

– James Borrego dopo Hornets-Nuggets –

Michele Gibin
pt.fadeaway@gmail.com

Contributor per NBAPassion.com

No Comments

Post A Comment