fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationEvidenza James Harden fuori squadra fino ad avvenuta trade? I Rockets accelerano, Nets in pole

James Harden fuori squadra fino ad avvenuta trade? I Rockets accelerano, Nets in pole

di Michele Gibin

Rockets, dopo la sfuriata del post partita contro i Los Angeles Lakers, James Harden non ha ripreso gli allenamenti con la squadra come confermato da coach Stephen Silas.

Il coach al primo anno ha spiegato: “Abbiamo ritenuto che la cosa migliore da fare fosse che James non venisse all’allenamento oggi. E’ chiaro che è una situazione che deve essere risolta, o con una completa adesione al progetto oppure nell’unico altro modo possibile“, così Silas, mentre le voci su una trade imminente per James Harden si fanno insistenti.

Rockets, Wall e Cousins rompono con Harden “Totale mancanza di rispetto”

Dopo la partita contro i Lakers, persa malamente e giocata di controvoglia da Harden, l’MVP 2018 aveva sbottato in collegamento con i cronisti: “La squadra non è abbastanza forte oggi, non siamo pronti. Io ho dato tutto qui, la situazione è pazzesca“, senza poi aggiungere altro e lasciare il posto delle interviste.

Il neo compagno di squadra John Wall lo aveva ripreso nello stesso post partita: “Non si può abbandonare la nave dopo appena 9 partite, c’è ancora tanto da giocare“. DeMarcus Cousins è ancora più netto il giorno dopo (in America): “Non è un segno di rispetto, ma il rispetto manca già da prima di quell’intervista, è completamente ingiusto nei confronti della squadra. Se giocherà ancora con noi? Non lo so e non mi interessa“. La rottura tra James Harden e i suoi compagni di squadra appare dunque totale.

James Harden fuori squadra fino alla trade, ecco l’offerta dei Nets:

ESPN riporta che gli Houston Rockets avrebbero deciso di tenere fermo James Harden fino ad avvenuta trade, negli ultimi giorni i Brooklyn Nets si sarebbero rifatti avanti con una nuova proposta. Il discorso trade dovrebbe essere limitato ai soli Brooklyn Nets e Philadelhia 76ers, le due squadre che James Harden aveva indicato come favorite prima dell’inizio della stagione, a novembre. L’impressione è che arrivati a questo punto una trade che accontenti il giocatore sia da considerarsi imminente, anche in una situazione estremamente precaria come quella in cui si trova oggi la NBA, con la pandemia, i contagi in crescita tra i giocatori e le partite rinviate.

Secondo quanto riportato da Shams Charania di The Athetic, i Brooklyn Nets potrebbero offrire ai Rockets un pacchetto che comprenda tutte le future prime scelte scambiabili, compresi i diritti per degli scambi di scelte ai draft futuri tra le due squadre, oltre che a giocatori. L’unico giocatore considerato incedibile da Brooklyn sarebbe Kevin Durant, ma non Kyrie Irving, attualmente assente e lontano dai campi da una settimana per motivi personali non meglio specificati.

Secondo quanto riportato invece da Marc Sten del NY Times e da Chris Haynes di Yahoo Sposrts, i Rockets sarebero disposti a trattare con i Philadelphia 76ers per Ben Simmons, per Matisse Thybulle e per il rookie Tyrese Maxey per James Harden, e nell’affare potrebbe rientrare anche lo scontento P.J. Tucker che piace a Phila. Second Stein i Rockets sono determinati a chiudere uno scambio, e quindi la telenovela Harden, già oggi.

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da NBA Passion (@nbapassion_com)

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi