Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsMiami Heat Butler e la leggenda di Playoff Jimmy: “Li divento il migliore al mondo”

Butler e la leggenda di Playoff Jimmy: “Li divento il migliore al mondo”

di Riccardo Rivoli
Butler playoff jimmy

Da qualche anno a questa parte, Jimmy Butler ci ha abituati a vedere la sua versione migliore in periodo playoff. A sua detta è già iniziato il percorso di preparazione per far riemergere Playoff Jimmy anche per questa post-season. Ciò che destabilizza sempre è l’enorme differenza prestazionale tra regular season e playoffs e tutti quanti si chiedono come sia possibile una tale trasformazione. Allora è stato chiesto direttamente a lui.

“Intendi come faccio a diventare tutto d’un tratto il miglior giocatore al mondo? Non lo so. Sono speciale. Penso che i playoffs siano il momento in cui devi giocare la tua migliore pallacanestro e devi trovare un modo per portare la tua squadra alla vittoria. Anche adesso, tutti stanno trovando il proprio ruolo, il proprio ritmo. Con la mia musica entro nel mio ritmo. A nome di me stesso e chiunque faccia parte di questo spogliatoio, vogliamo vincere. E’ il nostro obiettivo.” queste le parole di Jimmy ai microfoni di Bleacher Report.

Butler ritiene che ciò che fa sia semplicemente quello che ogni stella dovrebbe fare: “Tieni un paio di assi nella manica tutto l’anno e quando a un certo punto li scopri, li considerano come una roba diversa, tipo ‘Playoff Jimmy’. In realtà sono semplicemente io che faccio piani a lungo termine lungo la stagione. So che sono molto bravo a basket e so che so fare tante cose bene sul parquet. Semplicemente ci sono delle volte in cui devi alzare l’asticella. Non puoi far vedere tutto l’arsenale all’avversario adesso. Devi farlo immaginare alla gente.”

Negli ultimi 4 anni gli Heat sono arrivati 2 volte alle NBA Finals e 1 volta alle Conference Finals, sempre da sfavoriti. Questa loro anima da underdog li rende una squadra estremamente rognosa da incontrare e puntualmente riescono a mettere in difficoltà qualunque contender incontrino sul loro cammino. L’anno scorso hanno eliminato i Bucks al primo turno e pure i Celtics alle Conference Finals, trascinati dalle grandi prestazioni di Butler, ma soprattutto grazie alla forza del collettivo. Giocatori come Gabe Vincent, Caleb Martin e Max Strus a tratti sono sembrati degli All-Star. Questo è merito di coach Spoelstra, che si afferma ogni anno come uno dei migliori allenatori in NBA, se non il migliore, della dirigenza, che ogni anno pesca tra gli undrafted dei talenti insospettabili e anche del leader Jimmy Butler.

La scorsa stagione il numero 22 è passato da una media di 22.9 punti col 53.9% al tiro e 35% da tre, 5.9 rimbalzi, 5.3 assist e 1.8 rubate in regular season a 26.9 punti col 46.8% dal campo, (35.9% 3PT), 6.5 rimbalzi, 5.9 assist e 1.8 rubate ai playoffs con l’exploit da 56 punti di gara 4 contro Milwaukee. Ogni anno Butler alza smisuratamente il livello ai playoffs e ogni anno riesce comunque a cogliere impreparati avversari e pubblico. Dopo la quasi impresa dello scorso anno l’effetto sorpresa potrebbe essere svanito e questo potrebbe penalizzare Jimmy e compagni.

Riuscirà Jimmy Butler a sorprendere anche quest’anno e a portare i Miami Heat avanti ai playoffs?

You may also like

Lascia un commento