fbpx
Home NBANBA News Jose Calderon ci ripensa: “Vorrei restare in NBA, anche per i miei figli”

Jose Calderon ci ripensa: “Vorrei restare in NBA, anche per i miei figli”

di Francesco Catalano

Jose Calderon torna a parlare del suo futuro. Nel mese scorso aveva fatto trapelare che stava seriamente prendendo in considerazione la possibilità di ritirarsi. Tuttavia, ora ha abbandonato definitivamente tale intenzione e intende continuare a giocare. Non solo, vorrebbe continuare proprio in NBA, nella quale gioca da 14 stagioni consecutive. Il trentottenne spagnolo ha spiegato tutto ciò ai microfoni di HoopsHype Podcast:

Sto solo aspettando. Sto lavorando nel caso qualcuno chiamasse prima o durante il training camp e avesse bisogno di un giocatore come me per svolgere il ruolo di terza point guard o aiutare un ragazzo giovane. O per essere pronto nel caso qualcuno si infortunasse o per altro”.

Calderon, quindi, sarebbe disponibile per ogni ruolo l’eventuale franchigia vorrebbe assegnargli.

Ero vicino a firmare con diverse squadre nei mesi di luglio e agosto, ma ciò non è accaduto perchè non ero la prima opzione. Ora, continuo ad aspettare e a lavorare per poter affrontare un training camp. Vedremo quello che accadrà”.

Poi ha continuato parlando delle ragioni per le quali intende ancora giocare in NBA e non in Europa per esempio:

Questo è quello che mi passa per la testa. A questo punto della mia carriera, penso che sia veramente arduo mantenersi in allenamento e pronti per uno, duo o tre mesi solo nel caso accada qualcosa. Mi piacerebbe giocare lì (in NBA, ndr), forse, solo per giocare un anno o due e poi tornare a casa, o qualcosa del genere. Ma i miei bambini sono qui e stanno imparando l’inglese; sanno parlare due lingue ora e sono veramente contento di questo”.

Per cui una delle motivazioni che lo spingono a tentare ancora la sorte in NBA è anche il contatto con una realtà anglofona che è sicuramente funzionale per l’istruzione dei figli.

Vorrei restare qui per loro, anche perchè il più piccolo ha 5 anni e mi piacerebbe che crescesse un po’ così da perfezionare per sempre il suo inglese, per il resto della vita.Ci sono un sacco di opportunità qui per loro. Almeno per un paio d’anni, voglio restare, quindi sarebbe questa la ragione per cui non vorrei lasciare la NBA. Con la mia residenza fissa negli Stati Uniti, mi piacerebbe restare per loro”.

Vedremo se una delle franchigie NBA per completare il proprio roster deciderà di fare affidamento sul veterano spagnolo.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi