Kobe su Shaq:"Penso davvero che potesse essere il più grande di sempre"
146700
post-template-default,single,single-post,postid-146700,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,qode-news-2.0.1,ajax_updown,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Kobe Bryant su Shaq: “Penso davvero che potesse essere il più grande di sempre”

Los Angeles Lakers-Shaq e Kobe

Kobe Bryant su Shaq: “Penso davvero che potesse essere il più grande di sempre”

Kobe Bryant torna a parlare del suo ex compagno di squadra Shaquille O’Neal. Tra i due, fin dai primi anni in cui giocavano insieme, c’è sempre stato a tempi alterni un moto di attrazione e repulsione, un vero e proprio “odi et amo” come direbbe il poeta latino Catullo.

Insieme hanno fatto la storia dei Lakers e la storia del basket, soprattutto nella prima metà degli anni 2000 in cui hanno divelto qualunque cosa capitasse loro davanti. A distanza di anni, continuano le dichiarazioni incrociate a metà tra frecciatine al veleno e complimenti dissimulati. Martedi sera il “Black Mamba” era ospite al Jimmy Kimmel Show dove ha parlato a lungo di Shaq. Tra i tanti aneddoti raccontati, Kobe ha pronunciato una frase enigmatica riguardo all’ex compagno:

Una forza della natura come non ne ho mai viste in vita mia. Se avesse avuto la mia stessa etica lavorativa? Sarebbe diventato il più grande di tutti i tempi… era una cosa pazzesca, i giocatori di quella taglia di solito non vogliono fare i duri, paiono quasi timidi. Lui no, lui era il cattivo, non gli importava, era competitivo, era vendicativo quasi… diavolo, avrebbe vinto almeno 12 anelli!

Molti hanno inteso queste parole come un modo di sottolineare ancora la sottile inferiorità di O’Neal. Invece, Kobe nella giornata di ieri ha tenuto a ribadire la vera natura di quelle sue parole che a suo dire erano esclusivamente elogiative:

Questo è il fatto, era davvero un complimento. Le persone hanno tralasciato la prima parte di quella dichiarazione in cui ho detto che era il giocatore più dominante che avevo mai visto. E mi è sembrato che potesse essere il più grande di tutti i tempi”.

Così ha chiarito Bryant con delle parole che sembrano non ammettere repliche e quasi riconcilianti nei confronti di O’Neal. Poi ha proseguito dicendo: “Cioè le persone che hanno tralasciato quella parte, si sono soffermate solo su quella inutile. Noi non avevamo intenzione di vincere 12 anelli, né di giocare le nostre intere carriere insieme, capisci quello che dico? Ma è tutto okay, io adoro quel ragazzo”.

Perciò, pare che il Black Mamba da parte sua abbia aperto le braccia a Shaq, chissà se l’ex Miami e Boston, tra una serata da DJ e uno spot per Papa John’s, sarà dello stesso avviso.

Francesco Catalano
fr.cata7@gmail.com
No Comments

Post A Comment