fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsLos Angeles Lakers Vogel: “Lakers, contro i Nuggets torneremo ai due lunghi”

Vogel: “Lakers, contro i Nuggets torneremo ai due lunghi”

di Michele Gibin

Lakers, coach Frank Vogel è pronto a rispolverare i suoi lunghi Dwight Howard e JaVale McGee in vista della finale di conference contro i Denver Nuggets, che martedì hanno eliminato in gara 7 i Clippers di Kawhi Leonard.

Dopo la serie contro gli Houston Rockets, in cui Vogel ha scelto di adattare la squadra ai quintetti piccoli di Mike D’Antoni affidandosi a Markieff Morris e Kyle Kuzma di fianco a Anthony Davis, per la nuova sfida Nikola Jokic i Lakers torneranno all’assetto usato per tutta la stagione, con McGee e Howard al fianco di AD sotto canestro.

Questa serie sarà ovviamente molto diversa“, spiega VogelSenza scendere nei dettagli, saremo i Los Angeles Lakers che avete visto per tutta la stagione, contro i Rockets ci siamo adeguati alla loro small ball, ma è probabile che torneremo alle origini. Jokic? E’ un giocatore unico, il più singolare centro mai visto nella NBA forse. Può farti male in tutti i modi, al tiro da tre punti, sui pick and roll da bloccante, dal post e ovviamente con i suoi passaggi“.

Contro i Clippers, Nikola Jokic è stato un’arma totale, Il serbo ha chiuso la serie a 24.4 punti e 13.4 rimbalzi di media, con 6.6 assist ed una tripla doppia nella partita più importante della stagione dei suoi Nuggets, gara 7.

Contro di lui i Lakers potranno beneficiare di ben tre soluzioni difensive, Howard, McGee e naturalmente Anthony Davis che potrebbe essere l’uomo deputato ad occuparsi di Jokic nei finali di partita.

I Denver Nuggets si sono dimostrati una super squadra, tutte e tre le squadre rimaste oltre a noi, Celtics, Heat e Denver, possono batterci. Noi siamo nuovi a questi livelli, come gruppo, abbiamo certo giocatori che ci sono già stati in passato, per cui non vediamo l’ora di iniziare, col dovuto rispetto per tutte le avversarie“.

Contro i Rockets, Dwight Howard ha visto il campo solo in gara 1 e per pochi minuti (appena 5), McGee aveva invece conservato all’inizio il suo posto in quintetto base, per poi perdere minuti in favore di Morris e Kuzma.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi