James su Trump: "È ridicolo quello che dice" | Nba Passion
109322
post-template-default,single,single-post,postid-109322,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,qode-news-2.0.1,ajax_updown,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

James su Trump: “È ridicolo quello che dice”

durant vs lebron

James su Trump: “È ridicolo quello che dice”

Non manca mai l’occasione per manifestare il malcontento verso la nuova presidenza americana, infatti tornano a parlare Kevin Durant e LeBron James su Trump, durante il programma Uninterrupted.

In questo programma la giornalista Cari Champion ha trasportato in macchina LeBron e Durant, i quali vengono esortati a parlare di vari temi. All Star Game 2018, la pressione che devono subire i giocatori, questione sociali e soprattutto la questione politica americana.

I giocatori non solo della NBA si sono manifestati contrari all’elezione di Donald Trump, manifestando in vari modi il loro disappunto. Questa volta LeBron James si sofferma sulla frammentazione politica che in questo momento vige negli Stati Uniti.

Le parole di KD e James su Trump

Queste le sue parole a Cari Champion durante il video Uninterrupted:

Il clima è caldo. Il numero 1 dell’America, non capisce un c***o delle persone. Non sa dare risposte alle persone. Quando stavo crescendo traevo insprirazione da tre lavori: Il Presidente degli Stati Uniti, sicuramente chiunque fosse il migliore in uno sport e poi al più grande musicista del momento. Non ho mai pensato che potessi essere uno di questi, ma puoi prendere ispirazione da loro.

Nel passaggio che segue, LeBron da vera icona dello sport, non lo limitiamo alla NBA, avanza critiche mirate a Trump che sicuramente faranno discutere:

E’ un brutto momento. Dato che non possiamo cambiare quello che dice quell’uomo, almeno avvisiamo le persone che ci guardano e ci ascoltano. Questa non è la strada giusta. Non è nemmeno una sorpresa quando dice qualcosa. E’ ridicolo. E’ ridicolo e spaventoso

Non lo nomina neanche, James su Trump spende solo parole di disprezzo e lo stesso arriva da l’altro giocatore seduto al fianco di LeBron. Anche Kevin Durant non si trattiene sulla questione politica del Paese, ma parafrasa questo disagio in chiave cestistica. Queste le sue parole:

Quando parliamo di leadership e di cosa sta succendo nel nostro Paese, ci rendiamo conto che ruota tutto attorno alla leadership. E’ necessario dare potere alle persone, devono incoraggiare le persone. Questo costruisce una grande squadra, ma sento che questa squadra non è gestita da un buon coach.

Dichiarazioni chiare dei due giocatori. Sicuramente queste parole non verranno ignorate.

Simone Massari
simonemassari23@gmail.com

Appassionato di sport in generale, amo l'NBA in modo viscerale. Studio giornalismo a Genova per raggiungere il mio obiettivo

No Comments

Post A Comment