fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA News Il super prospetto Makur Maker sceglie Howard, college di tradizione nera

Il super prospetto Makur Maker sceglie Howard, college di tradizione nera

di Lorenzo Brancati

Makur Maker, cugino del giocatore NBA Thon Maker e prospetto a cinque stelle per la prossima stagione NCAA, si unirà al college di Howard.  Howard rientra in quelle università definite come Historically Black Colleges and Universities (HBCU), ovvero legate ad una grande tradizione nera.

Si tratta di una scelta rivoluzionaria, nel clima di proteste al grido di “Black Lives Matter” che sta attraversando il mondo intero. Quella di Howard non è infatti una grande storia sportiva, e l’approdo di Maker è senza dubbio la miglior presa nella storia dell’accademia. Anche perché il lungo in uscita dal liceo di Hillcrest Prep Academy di Phoenix l’ha preferita a squadre del calibro di UCLA, Kentucky e Memphis.

A dimostrare l’importanza di questa decisione, l’esperto Ken Pomeroy ha affermato come Howard abbia scalato i ranking NCAA dalla posizione 352 a quella 255, e come questo sia il più grande miglioramento mai derivato dall’aggiunta di un singolo giocatore.

Maker, che già nelle scorse settimane aveva annunciato una visita al college che poi avrebbe scelto, ha affidato i suoi commenti a Twitter:

“Sono stato il primo ad annunciare la mia visita ad Howard, e anche altri hanno cominciato a sognare. Voglio rendere il movimento HBCU qualcosa di concreto, un percorso da seguire anche per altri. Spero di inspirare altri ragazzi come Mikey Williams (prospetto per il 2023, ndr) ad unirsi a me in questo viaggio. Mi unirò all’università di Howard e a coach Kenny Blakeney.”

Una scelta, quella di Maker, che potrebbe davvero rivoluzionare il futuro dei college di tradizione nera. Il rifiuto di nomi altisonanti quali UCLA e Kentucky pesa indubbiamente, e avvalora ulteriormente la scelta ideologica del nuovo membro di Howard. Sportivamente parlando, la squadra ha chiuso la scorsa stagione con un record di 4-29, evidenziando molte carenze. Sebbene l’arrivo di un giocatore non possa capovolgere del tutto l’andamento di un gruppo, l’approdo di Maker farà senz’altro bene alla crescita dell’intero ambiente.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi