fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsIndiana Pacers Malcom Brogdon solo sorrisi a Milwaukee, “Ma i Pacers mi vollero di più”

Malcom Brogdon solo sorrisi a Milwaukee, “Ma i Pacers mi vollero di più”

di Michele Gibin

Il ritorno di Malcom Brogdon a Milwaukee non è terminato in maniera dissimile dalle visite delle altre squadre NBA al Fiserv Forum, ultimamente: con una sonora sconfitta, maturata nel terzo quarto di gioco contro i Bucks di un Giannis Antetokounmpo da 18 punti, 19 rimbalzi e 9 assist.

Già prima della palla a due, Brogdon aveva avuto solo parole di stima nei confronti della squadra che lo scelse al draft NBA 2016, e con cui sarebbe diventato poi rookie dell’anno. Oggi, con i suoi Pacers in lotta per un posto tra le prime quattro nella Eastern Conference ed in attesa del rientro di Victor Oladipo, l’ex giocatore di Virginia ha parlato per la prima volta della sua free agency estiva.

Avevo considerato l’idea di lasciare Milwaukee già alcune settimane prima” Spiega Malcom Brogdon, che contro la sua ex squadra ha chiuso con 10 punti e 10 assist, ma con un modesto 5 su 19 al tiroAvevo già avuto dei segnali che le cose non sarebbero andate come sperato, così ho iniziato a prepararmi all’idea, e valutare altre squadre“.

La decisione per Brogdon fu semplice. Dopo un iniziale interesse dei Chicago Bulls, gli Indiana Pacers si fecero avanti con un’offerta da 85 milioni di dollari in 4 anni, cifra importante, e che i Bucks decisero di non pareggiare: “Avrei continuato con grande piacere a giocare qui, se (i Bucks, ndr) mi avessero dato lo stesso valore che mia diedero i Pacers. E non dirò altro“.

Per trattenere Malcom Brogdon, soprattutto dopo aver garantito mesi prima all’ex compagno di squadra Eric Bledsoe un rinnovo quadriennale da circa 70 milioni di dollari, i Milwaukee Bucks avrebbero dovuto entrare in territorio luxury tax, qualcosa che la proprietà della squadra non aveva intenzione di sostenere. Da qui, dopo i rinnovi di Bledsoe, Khris Middleton e Brook Lopez, la scelta di rinunciare a Brogdon.

Gli Indiana Pacers, Malcom Brogdon ha trovato “un ruolo maggiore, con maggiori responsabilità, ed una nuova sfida. Essere leader di una squadra è un ruolo totalmente nuovo, ma qualcosa cui mi sono preparato in questi anni. Qui ho tutto quello che un giocatore NBA che si rispetti cerca: una squadra forte e con potenzialità, ed in cui avere un ruolo di primo piano ed il pallone tra le mani“.

Rispetto che Malcom Brogdon ha ricevuto dopo la partita da Giannis Antetokounmpo: “Potete immaginare questa squadra (i Bucks, ndr) con anche Brogdon? Un futuro All-Star ed un grande giocatore. Ma ognuno fa le sue scelte, io vorrei che fosse ancora qui ma credo che la sua sia stata la decisione più giusta per lui“.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi