fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsCharlotte Hornets Michael Jordan confessa: “Ho troppa poca pazienza per fare l’allenatore”

Michael Jordan confessa: “Ho troppa poca pazienza per fare l’allenatore”

di Filippo Beltrami

Michael Jordan è sicuramente una delle più grandi icone di sempre del mondo NBA e come giocatore è conosciuto come uno dei più grandi competitori che il gioco abbia mai visto. 

In un’intervista con Marvin R. Shanken di Cigar Aficionado, His Airness ha parlato degli aspetti meno chiacchierati della sua carriera e anche del fatto di poter diventare allenatore in futuro. “Ho troppa poca pazienza per fare l’allenatore. Il mio più grande problema, da un punto di vista competitivo, è il capire dei giocatori di oggi e da dove vedo la partita io, questo focus è totalmente diverso. Per me, chiedere ad un ragazzo di concentrarsi nello stesso modo di quando giocavo io, mi sembra di mancargli di rispetto. E se quel ragazzo non fosse capace di fare ciò, non so se riuscirei a trattenermi dal dirgli qualcosa. Penso di non aver abbastanza pazienza per fare questo. Quindi allenare è un qualcosa a cui non ho mai pensato di fare da un punto di vista emotivo. Io sono molto diverso. Ho una percezione delle cose molto diversa da quella che hanno i ragazzi di oggi.”

Michael Jordan  è oggi il proprietario degli Charlotte Hornets e si potrebbe pensare che, l’essere proprietario e l‘essere una delle persone più influenti nel mondo NBA anche al giorno d’oggi, richieda una dose di pazienza forse ancora più grande di quella di un allenatore. Tuttavia il suo ruolo gli permette di avere un approccio molto più indiretto di quello che invece avrebbe un allenatore.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi