Home NBA, National Basketball AssociationNBA News NBA, Adam Silver: “Jontay Porter rischia ban a vita se colpevole”

NBA, Adam Silver: “Jontay Porter rischia ban a vita se colpevole”

di Michele Gibin
jontay porter

Il commissioner NBA Adam Silver ha definito le accuse di scommesse illegali a carico di Jontay Porter dei Toronto Raptors, “un peccato capitale” e ha anticipato che se giudicato colpevole, il giocatore rischia di essere cacciato a vita dalla lega.

Jontay Porter è accusato di aver sostanzialmente scommesso su di sé in almeno due partite di stagione regolare tra gennaio e marzo, con i Raptors, e di aver pertanto “adeguato” le sue prestazioni in campo alle quote fissate su di lui. Il caso è emerso alla fine di marzo, Porter non ha più giocato dal quel momento.

Quello di cui è accusato è un peccato capitale per la NBA, il ban a vita è l’extrema ratio ma è un’opzione” ha detto SIlver a margine di un meeting del board of directors della lega a Manhattan “Ne ho l’autorità, e penso che non esista qualcosa di più grave, se pensiamo alle scommesse: scommettere sulle partite in cui si gioca. E qui si tratta di un coinvolgimento diretto di un giocatore, c’è un’indagine ancora in corso ma le conseguenze possono essere davvero serie“.

Il caso Jontay Porter è il primo caso di sospette partite aggiustate per scommesse, dal 2007 quando l’arbitro Tom Donaghy confessò a seguito di un’indagine dell’FBI di aver cercato di influenzare i risultati di alcune partite. All’epoca, uno scandalo che ebbe spazio anche sulla stampa generalista. Dal 2022 la NBA ha aperto alle scommesse legali e regolamentate sulle sue partite, vista l’ormai gigantesca porzione di mercato e il giro di affari che il betting genera, diversi stati lo hanno legalizzato sul proprio territorio.

La cosa più importante per noi è l’integrità della nostra lega e delle partite. E quindi, ogni possibile incrinatura di questo principio è per me e per tutte le persone responsabili, un campanello d’allarme, perché noi abbiamo la responsabilità e siamo nella posizione di dover salvaguardare il nostro gioco. Il mondo del betting sta crescendo tantissimo negli Stati Uniti e nel mondo, e cose come questa sono una lezione da imparare, si può verificare come altre leghe e campionati, altri stati gestiscono e monitorano (…) è possibile che assieme ai nostri partner dovremmo modificare il nostro regolamento, e anche altre realtà che vorranno cooperare con noi dovranno adeguarsi“.

You may also like

Lascia un commento