fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsGolden State Warriors Nuova proroga per Curry. Intanto gli Warriors vincono a Phoenix

Nuova proroga per Curry. Intanto gli Warriors vincono a Phoenix

di Francesco Catalano

Tutto rimandato: per rivedere Steph Curry in campo con i suoi Warriors bisogna ancora aspettare. Sembrava che il numero 30 dei Dubs potesse già rientrare nella partita di stanotte contro gli Washington Wizards, ma c’è stata un’ulteriore proroga. La dirigenza della Baia insieme al giocatore e a coach Steve Kerr hanno discusso nelle giornate di venerdì e sabato sulla possibilità di rimetterlo in campo.

Tuttavia, è sembrato più opportuno alla franchigia prendere un altro po’ di tempo. Secondo le indiscrezioni sarà difficile rivederlo anche nel match di martedì contro i Denver Nuggets. Ci potrebbe essere invece una possibilità per quello di giovedì contro i Toronto Raptors. Anche se tutto è ancora in divenire.

Si è un po’ arrabbiato, ma ha anche capito perché abbiamo voluto essere un po’ più prudenti”. Così ha commentato la decisione coach Steve Kerr. Sembra infatti che Steph scalpitasse per tornare già stanotte, poi però si è adeguato alla decisione della dirigenza. Va chiarito, comunque, che questa ulteriore proroga non è dovuta per un possibile rischio di nuova frattura. I medici hanno sostenuto fermamente che tale rischio non sussiste.

Nel frattempo Curry è tornato ad allenarsi in modo completo col gruppo e nella giornata di lunedì svolgerà una sessione completa con i Santa Cruz Warriors, squadra di G League affiliata a Golden State. “Questo sarà utile per un passaggio graduale per arrivare ad una partita NBA” ha continuato Kerr. “Steph voleva giocare, ma gli daremo solo un po’ di precauzione e di preparazione in più”.

Nel frattempo gli Warriors, rinvigoriti forse dalla notizia dell’immediato ritorno del capitano, ottengono una bella vittoria sul campo dei Phoenix Suns per 115 a 99. Tra l’altro Kerr ha dovuto contare solo su 8 uomini. Oltre agli infortuni ormai canonici di Steph e Klay Thompson, si sono aggiunti i fastidi di Draymond Green, Jordan Poole e Ky Bowman. Il migliore della serata è ancora una volta Eric Paschall che registra 25 punti con 10 su 16 dal campo. Lo seguono i 20 punti di Damion Lee e i 17 di Andrew Wiggins. Da segnalare anche la buona prestazione del nuovo acquisto Dragan Bender (10 punti con 5 su 10 dal campo e  3 su 6 da tre punti).

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi