fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsIndiana Pacers Myles Turner: “Papà in ospedale una settimana per covid, ora sta bene”

Myles Turner: “Papà in ospedale una settimana per covid, ora sta bene”

di Michele Gibin

Il lungo degli Indiana Pacers Myles Turner ha raccontato ospite di “the Pull-Up Podcast” con C.J. McCollum della malattia del padre, che ha contratto il coronavirus e che, dopo aver passato oltre una settimana in un ospedale, è ora guarito.

Si, mio padre ha avuto il coronavirus, ora sta bene ma assistere a quello che ha passato è stato difficile“, spiega Myles Turner “Vediamo tutti i meme e le battute su internet, tutte queste cose, finché non accade a te. Mio padre è stato male, era talmente debole che quasi non riusciva a parlare… ha 55 anni e quindi è un soggetto più a rischio, è stato in ospedale per una settimana intera. Lì ho iniziato a considerare la cosa in maniera molto più seria, può accadere letteralmente a chiunque. Allora ho iniziato a informarmi, a capire come fare per tenere la mia famiglia e me al sicuro, per fortuna papà ha recuperato al meglio, e non è più contagioso, è in piedi. Ed è una fortuna, per tante persone non è stato così e non lo sarà. E’ una cosa che ti cambia le prospettive“.

Tra i giocatori NBA, alcuni giorni fa era stato Karl-Anthony Towns dei Minnesota Timberwolves ha scegliere di rendere pubblica la lotta della madre conto il covid-19, la patologia scatenata dal nuovo coronavirus Sars-Cov2. Towns aveva raccontato commosse che la madre era stata posta in coma farmacologico per l’aggravarsi delle sue condizioni, ed in un video pubblicato sul suo profilo Instagram aveva fatto un appello all’attenzione ed il rispetto per le misure restrittive e per il distanziamento sociale per contenere la diffusione del contagio.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi