fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsIndiana Pacers Pacers, TJ Warren rovina la serata ai 76ers di Embiid con il primo cinquantello nella bolla

Pacers, TJ Warren rovina la serata ai 76ers di Embiid con il primo cinquantello nella bolla

di Lorenzo Brancati

Serata da incorniciare per TJ Warren, che con il primo cinquantello della ripresa NBA di Orlando trascina i suoi Indiana Pacers al successo per 121-127 sui Philadelphia 76ers. 53, per l’esattezza, sono stati i punti messi a segno dal numero 1 di suoi, valevoli per il suo massimo in carriera.

Oltre a quello dei punti segnati, Warren ha anche raggiunto alcuni traguardi personali e di franchigia: con 9 triple messe a segno ha fatto registrare un massimo personale e ha pareggiato il record di franchigia dei Pacers, come anche per i 19 punti messi a segno durante il solo primo quarto. Il suo tabellino completo recita: 53 punti, 4 rimbalzi, 3 assist e 2 stoppate. Il tutto con 20/29 tiri dal campo, e 9/12 da tre punti.

Fondamentale per Indiana, soprattutto per il lungo periodo, è stata la conferma del rientro in campo anche in gare ufficiali di Victor Oladipo. L’ex Oklahoma City Thunder ha sostenuto la super prova del compagno con 15 punti e 7 rimbalzi. “TJ Warren ha sempre segnato molto, fin dai tempi delle competizioni AUU.” ha esordito Oladipo “E’ sempre stato così fin da quando lo conosco, e lo conosco da molto tempo. (…) Quello che ha appena fatto non è una sorpresa per chiunque lo conosca bene. (…) Averlo in squadra è una gran cosa. E’ stato fantastico da vedere e siamo tutti felici per lui.”

Bene Aaron Holiday, anche lui con 15 punti segnati, conditi da ben 10 assist. Lo stesso Holiday ha tessuto le lodi di Warren: “Se lo conosci bene sai che quanto fatto vedere non è una sorpresa. Era molto caldo, e noi abbiamo continuato a servirlo.”

Warren e i Pacers si aggiudicano uno scontro diretto fondamentale

A poco sono serviti ai Sixers i 41 punti di Joel Embiid, o i 30 di Tobias Harris. Non solo Philadelphia non ha trovato risposte difensive efficaci per la stella di serata, ma hanno anche incontrato alcuni attriti interni, con lo stesso Embiid che ha affrontato in maniera accesa Shake Milton in un occasione di un passaggio mal calibrato. Effettivamente, con 0 punti, 3 assist e solo 1 tiro dal campo tentato, non è stata la migliore delle serate per la nuova point-guard titolare dei suoi, ma la reazione del numero 21 denota una situazione interna non di certo serena.

Senza Malcom Brogdon o Domantas Sabonis, si tratta di una vittoria pesantissima per i Pacers, in chiave quinto post ad Est. Quella di quest’anno si preannuncia come una corsa alla Eastern Conference più che mai aperta e agguerrita, e anche con il vantaggio del campo casalingo annullato dalle circostanze, più in alto si chiuderà la stagione regolare, maggiori saranno le possibilità di giocare un primo turno meno proibitivo. Vincendo, Indiana ha staccato Philadelphia al quinto posto di una partita di margine, e considerando quanto breve sarà questa serie di gare di piazzamento, anche il più sottile dei vantaggi potrà rivelarsi decisivo.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi